Attualità

Grosseto-Siena, al via i lavori del quarto lotto: previsto il raddoppio di quasi tre chilometri

Investimento complessivo di 106 milioni di euro

Anas (Gruppo FS Italiane) e l’impresa esecutrice “Rti Itinera S.p.a.- Monaco S.p.a” hanno sottoscritto l’atto di consegna che completa l’iter di affidamento e dà concretamente il via ai lavori di ampliamento a quattro corsie del quarto lotto della strada statale 223 “di Paganico”, nell’ambito del progetto di potenziamento dell’itinerario E78 Grosseto-Siena.

Il tratto è lungo complessivamente 2,8 chilometri e congiunge due tratti già realizzati tra gli svincoli di Lampugnano e Civitella, in provincia di Grosseto.

I lavori, per un investimento complessivo di 106 milioni di euro, riguardano la costruzione di una nuova carreggiata in affiancamento a quella esistente che sarà ammodernata. Gli interventi comprendono 8 viadotti (di cui 5 da realizzare ex novo e 3 esistenti da ammodernare) per una lunghezza complessiva di 1,8 chilometri, oltre a due gallerie, di cui una da realizzare e una da adeguare, per complessivi 550 metri.

La durata dei lavori è di 1190 giorni (3 anni e 3 mesi).

La E78 Grosseto-Siena

Il raddoppio a quattro corsie della strada statale 223 “di Paganico” (E78 Grosseto-Siena) riguarda complessivamente 63,5 chilometri. Di questi, 49 sono stati realizzati e aperti al traffico tra il 2006 e il 2018; 2,8 chilometri (lotto 4) sono in corso di esecuzione, mentre per gli ultimi 11,8 chilometri (lotto 9) il progetto esecutivo è in fase di verifica di attuazione ed ottemperanza alle prescrizioni Cipe presso il Ministero dell’Ambiente. Successivamente alla chiusura di tale procedura, sarà completata la validazione e l’approvazione del progetto esecutivo per avviare la gara di appalto per l’affidamento dei lavori nel primo semestre 2021.

In corrispondenza della galleria “Casal di Pari” (tra gli svincoli Pari e Casal di Pari) la circolazione è temporaneamente a doppio senso nella nuova galleria realizzata, in attesa dell’ammodernamento della galleria esistente, per il quale Anas sta provvedendo alle attività necessarie. In particolare, dopo l’esecuzione di una specifica campagna di indagini tecniche, è in corso la progettazione esecutiva che sarà completata entro l’anno per acquisire le necessarie autorizzazioni. È possibile ipotizzare che la gara d’appalto per l’affidamento dei lavori venga avviata nel 2021, per un investimento di 30 milioni di euro.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button