Colline MetallifereNotizie dagli Enti

Nuova biblioteca comunale: al via i lavori per la realizzazione

"La nuova biblioteca comunale avrà un forte impatto su Monterotondo Marittimo", spiega il sindaco Giacomo Termine

Iniziano oggi i lavori per realizzare la nuova biblioteca comunale di Monterotondo Marittimo negli spazi dell’ex frantoio, in collegamento con l’info point turistico già presente nella struttura. L’intervento prende il via dalla ristrutturazione dell’appartamento adiacente all’ex frantoio, che è stato acquistato dal Comune all’asta e proseguirà con l’apertura del varco per metterlo in collegamento con l’edificio che ospiterà la biblioteca.

“La nuova biblioteca comunale avrà un forte impatto su Monterotondo Marittimo – spiega il sindaco Giacomo Termine: è stata pensata come un vero e proprio polo culturale, moderno e dinamico, in una posizione strategica rispetto alla Rocca degli Alberti, con spazi dedicati alle diverse attività, oltre che alla conservazione e alla consultazione dei volumi e postazioni multimediali. Stiamo realizzando un’opera strategica, frutto di un impegno preso con la comunità, ribadito nel programma elettorale. L’esigenza era quella di valorizzare l’area dell’ex frantoio e la vicina Rocca degli Alberti e al tempo stesso ampliare gli spazi a disposizione della biblioteca comunale per potenziarne le attività culturali. Per tutte queste ragioni abbiamo acquistato anche l’immobile adiacente all’ex frantoio, in cui tra l’altro saranno realizzate le Stanze di Fucini, e dal quale sarà possibile raggiungere con facilità la Rocca degli Alberti, valorizzando così questo monumento e migliorandone l’accessibilità“.

Il progetto esecutivo, che è stato firmato dagli architetti Barbara Catalani e Marco Del Francia, prevede l’ingresso alla biblioteca comunale da via del Poggiarello, autonomo rispetto all’info point. Le due strutture saranno messe in comunicazione dall’interno, con un’apertura a vetro, chiudibile all’occorrenza, nei giorni in cui sarà attivo l’info point e non la biblioteca. Il piano terra ospiterà gli spazi collettivi, mentre nel mezzanino si troveranno le aule del silenzio, dedicate allo studio. La sala voltata dell’info point ospiterà lo spazio ludico per i più piccoli. Previsto anche uno spazio “morbido” arredato con pouf a sacco, dove sedersi per ascoltare musica. L’arredamento dialogherà con il sapiente recupero dell’ex frantoio, che è stato effettuato negli anni precedenti e con gli oggetti del passato presenti nella struttura, come la vecchia macina, che rimarrà al suo posto.

La relazione con la Rocca è fondamentale nel progetto: ad oggi l’accesso a questo bellissimo monumento è decentrato rispetto ai tracciati principali del paese e il suo percorso si innesta lungo via Solferino. Benché sia di grande suggestione, risulta scomodo e quindi poco frequentato. L’idea è quella di poter accedere alla Rocca direttamente dall’info point e dalla biblioteca, che diventa così strategica per la valorizzazione della fortificazione medievale. All’ultimo piano si troverà la caffetteria della biblioteca, con un bel terrazzo dotato di sedute e tavoli, dal quale sarà possibile raggiungere attraverso una rampa la Rocca degli Alberti. Sarà una biblioteca accessibile: sarà realizzato anche un ascensore che dal piano terra dell’ex frantoio salirà fino alla caffetteria e quindi alla terrazza da dove poter accedere alla Rocca degli Alberti.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button