Amiata

Lavatoi in festa a Bagnolo: le donne del paese rievocano un mestiere dimenticato

Domenica 23 luglio, a Bagnolo, a  partire dalle 18 fino alle 22, torna “Lavatoi in Festa“, la manifestazione itinerante tra i lavatoi restaurati del paese, con degustazioni di prodotti tipici e  musica. L’evento, giunto alla terza edizione, è promosso dal Circolo socioculturale Insieme di Bagnolo, per valorizzare questi luoghi, dove un tempo si recavano le massaie per fare il bucato a mano.

La festa prevede una sfida tra i lavatoi di Fontespilli, Le Piazze e Case Fioravanti.

Le donne del paese rievocheranno l’uso e l’arte antica di lavare i panni nelle acque dei lavatoi pubblici con abbigliamento e strumenti della tradizione e intonando canzoni e nenie, proprio come facevano le lavandaie di un tempo. Il lavaggio dei panni era un lavoro duro e faticoso. Per renderlo più leggero, le donne intorno ai lavatoi, si scambiavano confidenze e pettegolezzi, facevano scherzi e cantavano.

La giuria valuterà i 3 lavatoi sulla base dell’addobbo, del buffet e dello spettacolo messo in scena: al lavatoio Fioravanti, in  particolare si terrà una piccola rappresentazione teatrale sulla storia del brigante Fioravanti; alle Piazze si esibirà la Banda del Torchio composta da 3 musicisti grossetani che tramandano un repertorio musicale strettamente legato alla tradizione e in particolare ai modi antichi di intrattenimento della Maremma, utilizzando strumenti anche che si sono costruiti da soli. A Fontespilli si terrà uno spettacolo musicale. Nelle 3 fonti sarà possibile assaggiare le prelibatezze della tradizione.

Per i visitatori che si vorranno spostare, da un lavatoio all’altro e godere di tutto lo spettacolo, sarà a disposizione un servizio navetta in funzione dalle 18 alle 22, con partenza e ritorno al Circolino, zona Parco Pratuccio.

La fonte vincitrice verrà premiata dalla giuria a fine serata.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button