Cultura & SpettacoliGrosseto

“Aracneteatro”: al via i laboratori teatrali rivolti agli studenti grossetani

Sette laboratori rivolti agli studenti ed incentrati su altrettanti spettacoli teatrali in programma nell’ambito della stagione teatrale promossa dal Comune di Grosseto e da Fondazione Toscana Spettacolo.

A promuoverli, all’interno delle scuole cittadine, il Comune di Grosseto insieme a Fondazione Toscana Spettacolo, che ne ha affidato l’organizzazione all’associazione culturale Escargot ed all’attore, formatore ed esperto di teatro Federico Guerri.

Il progetto si chiama “Aracneteatro” e prevede una serie di laboratori per ragazzi dai 10 ai 20 anni che si svilupperanno tra ottobre e maggio 2016 in vari spazi della città sia pubblici che privati. I vari incontri saranno incentrati sulla costruzione del gruppo attraverso il gioco scenico e l’educazione alla teatralità, sulla messa in scena di dimostrazioni di lavori, oltre alla rappresentazione di un saggio spettacolo. Parallelamente ai laboratori pomeridiani, sono previsti appuntamenti mattutini nelle scuole superiori che vogliono offrire alle classi, attraverso l’incontro con un esperto e il gioco teatrale e narrativo, gli strumenti per godersi al meglio gli spettacoli del cartellone teatrale grossetano.

I laboratori teatrali di Aracnelab – ha spiegato l’assessore comunale alla cultura Giovanna Stellini vengono organizzati a Grosseto ormai da cinque anni e hanno sviluppato un percorso formativo rivolto ai più giovani finalizzato a fornire loro gli strumenti per comprendere appieno e godersi al meglio l’esperienza del teatro. I laboratori costituiscono un fondamentale supporto anche alle scuole, perché contribuiscono al lavoro degli insegnanti, con un lavoro preliminare, in classe, sulle opere che poi i ragazzi avranno l’oppurtunità di vedere a teatro. Sono tutte azioni finalizzate non solo a fornire ai più giovani a fornire strumenti critici fondamentali nel loro percorso di formazione, ma anche a creare il pubblico teatrale di domani”.

All’interno delle scuole verranno organizzati a partire da ottobre e fino a marzo i laboratori dedicati ad alcune opere inserite nella stagione teatrale: in particolare il “Don Giovanni” di Molière, “Due partite” di Cristina Comencini, “La bisbetica domata” di William Shakespeare, “Enrico IV” di Luigi Pirandello, “Quello che non ho” tratto dalle opere di Pier Paolo Pasolini, “La dodicesima notte” di William Shakespeare e “Porcile” di Pier Paolo Pasolini. I laboratori, della durata di due ore, sono rivolti agli studenti delle scuole medie superiori e sono gratuiti.

Federico Guerri, è operatore teatrale, drammaturgo, romanziere, regista, improvvisatore, attore, esperto di narrazione. Dal 2003 collabora come insegnante di teatro e scrittura creativa con il progetto “Fare Teatro” del Teatro Verdi di Pisa e dal 2005 direttore artistico della compagnia Ada – Arsenale delle apparizioni. E’ autore di oltre 60 opere, rappresentate all’interno di laboratori o da compagnie professionistiche, e di due romanzi. E’ in uscita il volume “Teatri di guerra”, che raccoglie tre sue drammaturgie scritte per gli attori Renato Raimo e Alice Bachi e per il progetto Europeo Memory Sharing. E’ anche amministratore e creatore di “Mondo di Nerd”, comunità online dedicata a cinema, fumetto, serie TV, letteratura.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button