Cultura & SpettacoliGrosseto

“La sera? …in centro!”: il programma delle iniziative di giovedì 16 e venerdì 17 luglio

A fare da padrone della scena giovedì 16 luglio saranno le auto e le moto d’epoca

“La sera? …in centro!”, il programma estivo degli eventi di quest’anno che il centro commerciale naturale del centro storico di Grosseto, con il contributo e la coorganizzazione del Comune capoluogo e con il contributo di Conad e Banca Tema, sta organizzando nel cuore del capoluogo maremmano, dà il via alla prima serata a tema dell’anno: a fare da padrone della scena giovedì 16 luglio saranno le auto e le moto d’epoca.

Grazie infatti alla collaborazione di Vespa Club Grosseto, Vespa Club Castiglione della Pescaia, Vespa Club Follonica, Fiat 500 Club Italia, coordinamento di Grosseto, e Moto Club Granducato Bikers di Grosseto, tanti saranno i mezzi in esposizione fino a dopo cena tra piazza Dante e piazza Duomo.

Dalle 19.00, scaglionati in piccoli gruppi, auto e moto inizieranno a riempire le piazze nel cuore del centro storico per rimanere in esposizione per tutta la sera.

A cena, chi vorrà, potrà provare il menù settimanale dell’iniziativa “Ristorando in sagra”, alla quale hanno aderito più di 20 tra bar e ristoranti: il piatto della settimana è il porcino e sarà possibile trovare offerte a prezzo fisso, oppure alla carta.

Dopo cena, tra un acquisto e l’altro nei tanti negozi che faranno delle aperture straordinarie fino alle 23.00, ci sarà poi occasione di ammirare, fotografare e fotografarsi con Vespe, Fiat ‘500, Harley Davidson e tanto altro, esposte nelle piazze principali del centro.

Gli organizzatori fanno appello al senso di responsabilità di cittadini e turisti nel non creare assembramenti e di tenere sempre le mascherine laddove non sia possibile il giusto distanziamento.

Il tutto sarà contornato da esibizioni estemporanee e, a sorpresa, da alcuni ballerini della scuola Odissea 2001, vestiti a tema per l’occasione.

A tema sarà anche la musica trasmessa dalla filodiffusione che allieterà la passeggiata dei turisti e dei cittadini che accorreranno.

Spazio anche alla cultura dal pomeriggio, con le visite guidate al Museo Luzzetti, la visita guidata che la Commissione provinciale pari opportunità seguirà intervistando Alberto Inglesi in piazza Dante tra le opere della sua mostra diffusa “Donne in cammino” e l’inaugurazione di “Astromobilis”, mostra di dipinti e ceramiche del pittore naif Loreno Martellini presso il negozio Ragazzi Italiani.

Alle 21.30, al giardino dell’archeologia, ci sarà invece un appuntamento con la rassegna “Grosseto in scena”, organizzata dai teatri di Grosseto, con uno spettacolo di danza dal titolo “Tre civette sul comò” della Compagnia Simona Bucci/Compagnia degli istanti.

Dalla settimana prossima i vari giovedì saranno arricchiti anche da alcune iniziative della cooperativa Le Orme, prima fra tutti la passeggiata alla scoperta dei monumenti della città, in programma giovedì 23 luglio, a partire dalle 18.00, per la quale sarà possibile prenotarsi via mail all’indirizzo orme-info@leorme.com o al numero 0564.416276.

«Una breve passeggiata nelle vie del centro ci permetterà di individuare e osservare alcuni monumenti cittadini e, spostandosi poi al museo di storia naturale, di approfondire le caratteristiche geologiche dei materiali che le compongono» afferma Lucilla Dani, presidente provinciale di Federagit.

Si tratta della prima di una serie di visite guidate gratuite offerte da Confesercenti grazie alla collaborazione con Le Orme.

Venerdì 17 luglio, come ogni venerdì fino a fine agosto, ci saranno i musei cittadini aperti e gratuiti (fino al 31 luglio) fino alle 23, un’opportunità per cittadini e turisti di scoprire le ricchezze del nostro panorama museale.

Il pomeriggio, alle 18.30, appuntamento davanti al duomo con la seconda visita guidata gratuita offerta da Confcommercio Grosseto, dal titolo “Quant’ha Grosseto granella di sale: il commercio e le produzioni tipiche attraverso i secoli”.

L’escursione è a cura delle guide professioniste del sindacato ConfGuide e a condurre il gruppo dei partecipanti sarà la presidente provinciale Fabiola Favilli, che spiega: “Attraverso la visita del centro storico, Grosseto rivelerà le caratteristiche economiche, produttive e commerciali che ne hanno caratterizzato la vita nel corso dei secoli. Il prodotto per cui la città era famosa era senz’altro il sale, estratto e commercializzato fin dall’epoca etrusca; nel medioevo esso raggiunse un valore altamente simbolico, tanto da essere citato dal poeta Cecco Angiolieri nella Rima XCII”.

Per partecipare alla visita guidata di venerdì prossimo non c’è bisogno di prenotare, basta presentarsi all’ora del ritrovo alle 18.30, davanti alla Cattedrale.

L’associazione precisa che l’iniziativa si svolgerà in stretta osservanza delle direttive Covid, pertanto è opportuno indossare la mascherina.

Sempre alle 18.30 uno dei primi appuntamenti della stagione estiva del Museo di storia naturale: la presentazione del libro “100 Green Jobs per trovare lavoro”, in collaborazione con Legambiente e libreria QB.

Alle 18.15 e alle 21.00 sarà possibile scoprire il Museo Luzzetti attraverso delle visite guidate, alle 19.00 invece l’ormai consueto appuntamento con il talk show in piazza Baccarini organizzato dal Museo archeologico e d’arte della Maremma “Maam in piazza: la cultura che unisce”, dal titolo “Musei e aree archeologiche al tempo del coronavirus”.

Il programma nel dettaglio di questa settimana:

giovedì 16 luglio

“Back to the 50s & 60s”

Dalle 19.00 ingresso ed esposizione di auto d’epoca,con collegamenti in diretta su Facebook nella trasmissione “Good evening Grosseto”, diretta dal ConteMax Venturacci.

Dalle 21.00 negozi aperti dopo cena.

Filodiffusione musicale a tema. Performance estemporanee e a sorpresa di alcuni ballerini della scuola Odissea 2001.

Dal pomeriggio:

alle 18.00 “Agorà, donne e pensieri: intervista al maestro”. La Commissione provinciale pari opportunità “intervista” Alberto Inglesi in piazza Dante: visita guidata tra le opere. Libreria Palomar, piazza Dante Alighieri, (tel. 0564.415824);

alle 18.30 “I giovedì del pozzo”. Visita guidata al Museo Luzzetti con degustazione di vini nel chiostro. Per informazioni e prenotazioni: cell. 349.1082807;

alle 19.30 “Ristorando in sagra”. Tutti i giovedì di luglio in quasi tutti i ristoranti e i bar del centro, menù fissi di piatti tipici maremmani. Menù del giorno: “Il Porcino” (iniziativa organizzata dai ristoratori del centro storico);

alle 21.30 “Tre civette sul comò”. Spettacolo della Compagnia Simona Bucci/Compagnia degli istanti in scena al Giardino dell’Archeologia. Eleonora Chiocchini, danzatrice, Michela Paoloni, danzatrice, Francoise Parlanti, danzatrice. Ingresso 3.00 euro, per informazioni: cell. 347.8040831 e 334.1030779;

mostra “Astromobilis” di Loreno Martellini presso il negozio Ragazzi Italiani;

filoduffusione a tema anni ’50 e ’60, negozi aperti dopo cena;

musei aperti e gratuiti fino alle 23.00:

  • polo culturale Le Clarisse con il Museo collezione Gianfranco Luzzetti
  • Museo di storia naturale della Maremma
  • Museo archeologico e d’arte della Maremma.

E poi:

ore 10.00 inaugurazione del percorso permanente del museo Gianfranco Luzzetti “Audio Quadri”, al Museo Collezione Gianfranco Luzzetti. Presentazione del nuovo percorso permanente che permetterà la fruizione delle singole opere del Museo Collezione Luzzetti mediante Qr code. Sarà possibile usufruire dei link all’interno del percorso museale utilizzando i personali dispositivi mobile. Si consiglia l’utilizzo di auricolari.

Informazioni: www.clarissegrosseto.it , collezioneluzzetti@gmail.com, tel 0564.488066 e 0564.488067, Facebook Polo culturale Le Clarisse – Grosseto;

ore 18.00 “Venerdì in yoga”. Al Giardino dell’Archeologia lezione di yoga per chi lo ama e lo vuole conoscere. A seguire, visita guidata con archeologo.A cura di Jabalì Viaggi e Coopera. Costo: 30 euro. Per prenotazioni: cell. 347.3438669;

ore 18.15 “Alla scoperta dei capolavori della collezione Gianfranco Luzzetti”. Visita guidata al museo. Gli ingressi sono a numero chiuso (massimo 7 persone). Prenotazione obbligatoria. Per informazioni e prenotazioni: cell. 349.1082807;

ore 18.30 “100 Green Jobs per trovare lavoro”, al Museo di storia maturale della Maremma, presentazione del libro di Tessa Gelisio e Marco Gisotti. Presentazione del libro e dibattito a cura di Legambiente e libreria QB. Il libro è il risultato è una grande ricerca di “Green Jobs”, di lavori legati alla sostenibilità. Perchè, come sostengono gli stessi autori, i lavori verdi sono molto richiesti e stanno avendo uno sviluppo esponenziale. Informazioni: www.museonaturalemaremma.it, segreteria@museonaturalemaremma, tel. 0564.488571, Facebook museostorianaturalemaremma;

ore 18.30 visita guidata gratuita con Confguide offerta da Confcommercio Grosseto. La seconda visita, delle tre in programma, dal titolo “Quant’ha Grosseto granella di sale: il commercio e le produzioni tipiche attraverso i secoli”. Ritrovo alle ore 18.30 davanti alla Cattedrale. L’associazione precisa che la visita si svolgerà in stretta osservanza delle direttive Covid, pertanto è opportuno partecipare muniti di mascherina;

ore 19.00 “Maam in piazza: la cultura che unisce”. Talk show con Maria Angela Turchetti, direttore del Museo nazionale etrusco della necropoli di Poggio Renzo e delle tombe etrusche di Chiusi, delle aree archeologiche di Roselle e Vetulonia, del museo e dell’area archeologica di Cosa, e Enrico Pizzi, giornalista direttore di TV9. Degustazione con prodotti del territorio. Durata: 1 ora e 50 minuti, massimo 25 persone. Prenotazione consigliata al numero 0564.488752;

ore 21.00 “Alla scoperta dei capolavori della collezione Gianfranco Luzzetti”. Visita guidata al museo. Gli ingressi sono a numero chiuso (massimo 7 persone). Prenotazione obbligatoria. Per informazioni e prenotazioni: cell. 3491082807;

mostra “Astromobilis” di Loreno Martellini presso il negozio Ragazzi Italiani.

Mostre attive

“Donna in cammino” di Alberto Inglesi: una mostra diffusa nel centro storico. Fino a mercoledì 5 agosto l’esposizione di 14 sculture nel cuore di Grosseto. Un evento in continuità con l’esperienza grossetana del maestro dell’artista, Plinio Tammaro. Quattordici sculture esposte all’aperto, nel cuore del centro storico di Grosseto. Da piazza Dante a piazza Duomo, da piazza Socci a piazza Baccarini, fino a via Manin. Una mostra organizzata dal Polo culturale Le Clarisse di Fondazione Grosseto Cultura con il Comune di Grosseto.

Alberto Inglesi nato a Grosseto nel 1952 e da sempre vive e lavora a Siena, distinguendosi per la capacità artistica di trasformazione della materia: espone in Italia e all’estero in mostre personali e collettive. E ora a Grosseto fino al 5 agosto.

“Corner Pietro Aldi e Paride Pascucci nelle collezioni pubbliche di Grosseto” a Clarisse Arte, invia Vinzaglio 27. Fino al 31 luglio un “corner” espositivo e informativo dedicato al celebre pittore mancianese. Il corner prevede l’allestimento permanente dei due grandi cartoni preparatori di Pietro Aldi (1886) intitolati “L’incontro tra Radeztky e Vittorio Emanuele” e “L’incontro fra Vittorio Emanuele e Garibaldi a Teano”. I cartoni, di proprietà comunale, servirono per realizzare gli affreschi nella Sala del Risorgimento del Palazzo pubblico di Siena ed erano finora conservati nel Teatro degli Industri. Il Polo culturale Le Clarisse inoltre, presenta una mostra dedicata alle opere di Paride Pascucci. La mostra sarà l’occasione per incrementare la collezione d’arte moderna delle Clarisse (“Grosseto 900”) con altre cinque opere oggi custodite negli uffici amministrativi – e non visibili al pubblico – del Museo archeologico e d’arte della Maremma.

Ingresso Gratuito su prenotazione, è possibile prenotare la visita guidata. Le visite partono con un minimo di 6 partecipanti fino ad un massimo di 8. La durata è di 30 minuti. Costo: 10 euro a persona. Prenotazione telefonica obbligatoria nei giorni di apertura del museo Luzzetti.

Informazioni mostre: www.clarissegrosseto.it, promozione@fondazionegrossetocultura.it, tel. 0564.488067 e 0564.488069, 0564.488547, Facebook Polo culturale Le Clarisse – Grosseto.

Le notti dell’archeologia

Torna anche quest’anno “Le notti dell’archeologia”, evento organizzato dalla Regione Toscana che prevede aperture straordinarie serali ed eventi in musei, parchi ed aree archeologiche. 

La Fondazione Polo Universitario Grossetano e l’Università di Siena invitano all’iniziativa che si svolgerà al MuseoLab, il Museo laboratorio della città di Grosseto: venerdì 17 e venerdì 24 luglio dalle 17 alle 22 sarà possibile sperimentare un percorso virtuale che attraverso immagini narrate farà conoscere la storia del territorio grossetano dalla preistoria al medioevo, con le sue trasformazioni e la millenaria relazione con l’uomo. Un video esplicativo introdurrà al percorso documentale, fruibile anche dai non vedenti; l’evento, a cura del Dipartimento di scienze storiche e del patrimonio culturale, è ad accesso gratuito su prenotazione ai contatti tel. 0564 .441110, e-mail museolab@unisi.it, senserini@unisi.it.

Il MuseoLab, nato nel 2004, al termine del progetto di archeologia urbana, promosso dall’amministrazione comunale di Grosseto in collaborazione con l’area di archeologia medievale dell’Università di Siena e la Soprintendenza archeologica per la Toscana, è stato progettato come un laboratorio in cui comunicazione e ricerca, didattica e valorizzazione sono concepiti come elementi inscindibili. L’esposizione è affidata alla Fondazione Polo universitario grossetano con il coordinamento scientifico del Dipartimento di scienze storiche e dei beni culturali dell’Università di Siena.

Il Museolab nasce con l’intento di creare uno spazio che non sia semplicemente espositivo, ma che riesca ad interagire con il pubblico che vi entra. Al suo interno il percorso narrativo si distende secondo un ordine cronologico inverso, esattamente come l’archeologo procede nell’indagare il terreno, ovvero analizzando per primi gli strati più superficiali che corrispondono ad epoche più recenti e procedendo in profondità verso epoche più remote, portando il visitatore a diretto contatto con i materiali conservati e con i risultati della ricerca archeologica.

Dall 2019 il percorso espositivo si sta arricchendo dei risultati delle ricerche condotte nel territorio extraurbano di cui, in una sezione dedicata alla preistoria, si illustrano gli importanti ritrovamenti effettuati recentemente sui monti dell’uccellina. 

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button