Pubblicato il: 24 Gennaio 2013 alle 17:22

Cultura & Spettacoli

La musica e l’arte si uniscono in una serata di solidarietà per Albinia

Una serata di musica ed arte all’insegna della solidarietà.

Sono questi gli ingredienti dello spettacolo organizzato dalla Fondazione Grosseto Cultura, con il patrocinio dell’amministrazione comunale, che si svolgerà domani sera, alle 21, al Teatro Moderno di Grosseto.

L’ingresso alla manifestazione è ad offerta e l’intero incasso sarà devoluto per la realizzazione di alcuni progetti ad Albinia, duramente colpita dall’alluvione dello scorso novembre.

La scaletta del concerto sarà aperta dall’Orchestra giovanile della Fondazione Cultura, diretta da Laura Bianchi. Alla sua prima uscita pubblica, l’ensemble ripercorre cinque secoli di musica, da Bach a Morricone, fino a quello che vuole rappresentare un inno alla speranza, “La vita è bella” di Piovani. I musicisti saranno accompagnati dal coro dell’Istituto musicale comunale “Palmiro Giannetti”, diretto dal maestro Massimo Merone.

A seguire, salirà sul palco GuitarEnsemble, l’orchestra di chitarre degli allievi della scuola di musica grossetana diretta da Paolo Bernardini. I musicisti proporranno un repertorio tratto dalla musica per chitarra sola elaborata dallo stesso Bernardini.

Quindi, Michele Makarovic, trombettista leader dei New Brass Band, si esibirà con la sua formazione di ottoni, arricchita dalla presenza di un percussionista. L’ensemble è nata nel 2007 ed unisce artisti di diversa estrazione musicale, che interpreteranno un originale medley composto da musica classica e pezzi blues.

All’Orchestra sinfonica Città di Grosseto è riservato il gran finale del concerto. Tra le note della settima sinfonia di Beethoven, il direttore Massimo Merone chiuderà la serata con un omaggio ed un ringraziamento a quanti hanno partecipato allo spettacolo con il cuore e la mente rivolti alle popolazioni del sud della Maremma messe in ginocchio dall’alluvione.

Durante la manifestazione, il Teatro Moderno ospiterà la mostra “Opere della collezione Sbrilli”, curata dal Cedav: nel foyer saranno allestiti alcuni quadri della celebre Pop Art romana, che annovera artisti famosi come Mario Schifano, Franco Angeli e Tano Festa. Le opere provengono dalla collezione d’arte donata al Comune di Grosseto da Giovanni Sbrilli, recentemente scomparso.

“Il concerto – dichiara Loriano Valentini, presidente della Fondazione Grosseto Cultura – rappresenta l’evento conclusivo di quaranta giorni di iniziative inserite all’interno della manifestazione ‘Natale con i tuoi, Natale per i tuoi’. Si tratta di una serata importante non solo dal punto di vista culturale e musicale, ma anche sociale. Voglio ringraziare gli artisti che prenderanno parte al concerto e chi si è prodigato per l’organizzazione dello spettacolo, poiché sia i musicisti che gli altri soggetti hanno offerto la propria disponibilità a titolo gratuito”.

“Esprimo la mia gratitudine – continua Valentinianche nei confronti delle associazioni di categoria, che hanno svolto un ruolo importante nel promuovere l’iniziativa e nel contribuire con generosità alla raccolta fondi in favore di Albinia. A questo proposito, anche la Banca della Maremma ha deciso di offrire il proprio sostegno alla manifestazione”.

“Il ricavato dello spettacolo – spiega il presidente della Fondazionesarà destinato alla realizzazione di alcuni progetti ad Albinia. Piuttosto che aiutare concretamente la cittadinanza, con la raccolta fondi abbiamo deciso di promuovere alcune iniziative, ancora in fase di progettazione, che possano servire alla rinascita e allo sviluppo futuro di un territorio messo in ginocchio dall’alluvione. Il nostro obiettivo è quello di non abbandonare queste popolazioni e far sentire loro il nostro affetto e la nostra solidarietà”.

“I biglietti per assistere al concerto – conclude Valentinipotranno essere presi nelle sedi delle varie associazioni di categoria che sostengono l’evento o la sera stessa dello spettacolo al Teatro Moderno. Ognuno deve sentirsi libero di donare la propria offerta in base alla sua disponibilità economica e alla sua volontà.”

“Le opere d’arte esposte nella mostra organizzata nel foyer del teatro – afferma Mauro Papa, responsabile del Cedav – sono i quadri più preziosi della collezione di Giovanni Sbrilli. Durante l’intervallo del concerto, ci sarà una piccola cerimonia in cui queste opere saranno presentate agli spettatori del concerto”.

“In questo concerto metteremo in campo tutte le pedine a nostra disposizione – dichiara Antonio Di Cristofano, dell’Istituto musicale Palmiro Giannetti -: l’Orchestra giovanile, composta da circa venti elementi che suonano principalmente strumenti ad arco; il coro giovanile, nato solamente da un anno e formato da circa cinquanta alunni della scuola, e si esibirà anche il nuovo gruppo della New Brass Band. Inoltre, come in occasione del concerto in memoria della tragedia della Concordia, sarà presente anche l’orchestra sinfonica Città di Grosseto, che eseguirà la settima sinfonia di Beethoven, un componimento che ben si sposa con le finalità di solidarietà dell’evento. La sinfonia infatti si sviluppa attraverso melodie malinconiche, ma termina in un crescendo di entusiasmo musicale, quasi a voler rappresentare un gesto di speranza nei confronti delle popolazioni colpite dall’alluvione.”

“Ringrazio la Fondazione Grosseto Cultura – afferma il sindaco Emilio Bonifaziperché ha animato dal punto di vista culturale la città durante le festività natalizie, organizzando eventi di qualità e mettendo in mostra le eccellenze artistiche della nostra provincia. Il concerto è un evento che dà ulteriore lustro ed importanza a Grosseto, non solo dal punto di vista musicale, ma anche da quello solidaristico.

E’ importante che grazie ad iniziative di questo genere non si dimentichi la tragedia che ha colpito la zona sud della Provincia e messo in ginocchio l’economia dell’agroalimentare, un comparto per cui Albinia e i territori limitrofi sono conosciuti ed apprezzati anche a livello nazionale, con un livello di esportazione dei propri prodotti veramente significativo.

L’iniziativa in programma domani sera permetterà di dare il giusto risalto anche alla figura di Giovanni Sbrilli e di ricordare ancora una volta la sua profonda generosità e il suo amore per Grosseto.

E’ davvero bello sapere che la cultura può rappresentare il minimo comune denominatore che conduce alla solidarietà.”

La serata è realizzata in collaborazione con Gestioni Cinematografiche, Live 95 Service, Cooperativa sociale Lisa, Cna, Confartigianato, Confcommercio, Confesercenti, Confindustria, Ance, Cia, Coldiretti, Unione Agricoltori.

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su