Pubblicato il: 7 Marzo 2014 alle 10:56

Attualità

La Camera minorile di Grosseto organizza un seminario sul bullismo e le devianze giovanili

Domani mattina, dalle 9.30 alle 12.30, la sala contrattazioni della Camera di commercio di Grosseto, in via Cairoli 10, ospiterà il seminario “Dal bullismo al reato: le nuove devianze giovanili. Ripristino della legalità e percorsi di prevenzione”.

L’iniziativa è organizzata dalla Camera minorile di Grosseto, aderente all’Unione nazionale Camere minorili italiane, con il patrocinio dell’Ordine degli avvocati di Grosseto.

Il seminario di studio e di approfondimento si propone di analizzare il fenomeno del bullismo, che per le sue ricadute sul piano della legalità ha la necessità di essere studiato per evitare comportamenti devianti irreversibili. L’iniziativa costituisce parte integrante del progetto “Educazione e legalità”, che si pone l’obiettivo di investire sugli adolescenti per costruire un nuovo progetto di società.

Dopo la registrazione dei partecipanti, in programma alle 9.30, e i saluti dell’avvocato Tania Amarugi, presidente della Camera minorile di Grosseto, interverranno i seguenti relatori:

  • il magistrato Michele Addimandi, presidente del Tribunale di Grosseto;
  • l’avvocato del Foro di Bari Katia Di Cagno, coordinatore del seminario, responsabile del settore psico sociale Unione nazionale camere minorili e responsabile per la Regione Puglia dell’Osservatorio bullismo e doping. La relazione sarà introdotta dalla visione di un Dvd sulla simulazione di un processo minorile realizzato dall’Unione camere minorili e dalla Camera minorile picena. Il titolo della relazione è: “Responsabilità civile e risarcimento”;
  • l’ispettore superiore Stefano Niccoli, responsabile della Sezione della Polizia postale di Grosseto, con la relazione “Una vita da social: pericoli della rete e cyberbullismo”;
  • il professor Federico Tonioni, docente di psichiatria e psicologia all’Università Cattolica di Roma, con la relazione “Bullismo on line, ossia il cyberbullismo”;
  • la dottoressa Grazia Sestini, garante dell’infanzia e dell’adolescenza della Regione Toscana, con la relazione “Percorsi di prevenzione e comprensione – Presentazione del progetto su educazione e legalità”.

All’evento sono stati attribuiti 3 crediti per la formazione professionale dal Consiglio dell’ordine degli avvocati di Grosseto.

Per iscriversi al convegno è necessario inviare un’e-mail all’indirizzo [email protected] (l’attestazione della presenza sarà comunque documentata in loco).

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su