Pubblicato il: 1 Agosto 2018 alle 14:43

Colline MetallifereCultura & Spettacoli

Gli Ubu a Ravi: i Katzenmacher in scena nella vecchia miniera

Mostruosi e ridicoli, fantocci crudeli e idioti più degli uomini. Sono gli Ubu, i protagonisti dell’opera che verrà messa in scena dalla Compagnia Katzenmacher, dal 2 al 5 agosto, al teatro della miniera di Ravi Marchi. La compagnia teatrale residente del Teatro delle Rocce ogni anno mette in scena un’opera differente.

Quest’anno il regista Alfonso Santagata ha scelto un adattamento dall’opera scritta da Alfred Jarry a fine ‘800 e che anticipava surrealismo e teatro dell’assurdo. Una farsa nera: gli Ubu trucidano i nobili della famiglia del Re Venceslau per appropriarsi degli ori e delle corone, tra lazzi e volgarità, crudeltà e divertimento.

“Per toccare il carattere estremo della scrittura drammatica, spingo gli attori all’ eccessività fisica come si trattasse davvero per loro di essere marionette – afferma Santagata – ed ho costantemente in mente la favola semplicissima di Jarry: la favola di esseri innocenti e idioti che convivono con una grande violenza e una grande crudeltà”.

Un tema, quello delle marionette, dei pupi, già toccato in passato da Santagata.
“Per arrivare all’attitudine drammatica di un corpo che si trasforma in marionetta, bisogna addentrarsi in un lavoro problematico con l’attore, mettere in moto i sentimenti e la memoria: il midollo, come dice Artaud. Ovvero, se non padroneggi il tuo ritmo interiore e non hai un tuo respiro, rispetto a questa marionetta gigante, sarà lei a bruciarti”.

Ideazione e regia di Alfonso Santagata con Daria Panettieri, Sergio Licatalosi, Alfonso Santagata

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su