Geotermia, il sindaco: “Dal centrodestra solo inesattezze, non ci saranno nuove centrali”

Non c’è nessuna corrispondenza tra la decisione presa di non segnalare le aree idonee e la possibilità che sul territorio comunale possano essere autorizzate nuove centrali geotermiche. La legge è chiara, basterebbe conoscerla per evitare di comunicare grossolane inesattezze“.

A dichiararlo è Jacopo Marini, sindaco di Arcidosso, che replica al coordinamento delle opposizioni dell’Amiata sulla geotermia.

“Prevalgono come tutti sanno i vincoli urbanistici e paesaggistici preesistenti. Se avessimo comunicato le aree non idonee, non comprendendo tutto il territorio, ci avrebbero accusato di volere altre centrali. La propaganda si piega agli interessi elettorali – spiega Marini -. In ogni modo confermo quanto detto infinite volte ormai: non ci saranno nuove centrali nel territorio comunale di Arcidosso, in particolare per quanto riguarda la tecnologia flash, le centrali ad alta entalpia che ha realizzato Enel in Amiata per intendersi. Potranno essere autorizzati soltanto interventi di miglioramento tecnologico delle centrali esistenti per diminuire ulteriormente gli impatti attuali. Per quanto riguarda il ciclo binario, la media entalpia ad emissioni zero, al momento non ci sono istanze di permessi di ricerca. Qualora dovessero pervenire alla nostra amministrazione, le prenderemo in esame escludendo sicuramente le aree a vocazione agricola e quelle di più rilevante interesse naturalistico, come le zone speciali di conservazione e le zone di protezione speciale classificate come siti natura 2000“.

“Comunque è nostra intenzione approvare una risoluzione consiliare nelle prossime settimane con queste indicazioni da inviare alla Regione. È curioso però notare che dalle opposizioni amiatine di centrodestra – prosegue Jacopo Marini -, che tante attenzioni riversano sul Comune di Arcidosso la cui posizione peraltro è chiara, non venga proferita parola verso altre amministrazioni in cui governano circa le indicazioni fornite sulle aree idonee”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top