Pubblicato il: 16 Settembre 2019 alle 14:36

Colline MetallifereNotizie dagli Enti

Piano strutturale, al via l’iter per il nuovo strumento: “Era fermo dal 2012”

La Giunta comunale di Scarlino ha avviato l’iter per la redazione del nuovo Piano strutturale

La Giunta comunale di Scarlino ha avviato l’iter per la redazione del nuovo Piano strutturale: il primo atto prevede l’incarico al responsabile del settore Sviluppo e assetto del territorio del municipio – l’architetto Patrizia Duccini – di procedere con l’adempimento di tutte le pratiche necessarie a iniziare il complesso, ma strategico strumento urbanistico su cui si basa lo sviluppo di un territorio. L’attività andrà di pari passo con il completamento dell’iter per l’approvazione del Piano operativo, attualmente adottato e in fase di revisione.

«Se il Piano operativo – spiega il sindaco Francesca Travisonregola le prescrizioni urbanistiche con un valore temporale limitato, il Piano strutturale invece riguarda le indicazioni di massima, rappresenta quindi la base su cui determinare l’operatività delle azioni previste».

Si tratta di due strumenti fondamentali per lo sviluppo di un territorio. «Il Comune di Scarlino – spiega il consigliere comunale con delega all’Urbanistica, Cesare Spinelli in questi anni ha fatto conto su un Piano strutturale approvato nel 2012 e su un Regolamento urbanistico, oggi definito Piano operativo, del 2002. Sono trascorsi diversi anni e sicuramente le condizioni e le necessità del nostro territorio sono cambiate in modo radicale, quindi era ed è necessario dotare di strumenti urbanistici nuovi il nostro Comune. Ed è questo l’obiettivo che ha questa amministrazione comunale. Sbloccare situazioni ingessate da anni, permettere, laddove sia valutato idoneo, investimenti da parte di privati, sviluppare una mobilità funzionale e sicura, dare respiro ad una economia vincolata da decisioni errate o mai prese per non affrontare la realtà dei fatti. L’amministrazione comunale ha il compito, al contrario, di portare avanti la sua visione del territorio, e la nostra punta sul turismo, sull’accessibilità, sul mantenimento dell’esistente e sulla creazione di nuove opportunità».

La redazione del nuovo Piano strutturale inizia con i primi passaggi burocratici, ma non mancherà il coinvolgimento della cittadinanza. «La prima azione che intraprenderemo sarà rivolta proprio ai cittadini – conclude il sindaco Francesca Travison: martedì 15 ottobre abbiamo in programma il primo incontro pubblico sul Piano strutturale. In quell’occasione i tecnici e il consigliere Spinelli illustreranno agli scarlinesi le caratteristiche di questo nuovo strumento e le opportunità che lo stesso può dare al territorio. Ma sarà solo il primo di tanti incontri pubblici sull’argomento: la redazione e lo sviluppo del Piano saranno veramente partecipati. I cittadini avranno così la possibilità di conoscere ogni step dell’attività svolta, comprenderne i dettagli e fornire all’amministrazione idee, spunti e consigli. Sarà un impegno gravoso, ma adesso abbiamo la possibilità di risvegliare il nostro Comune e non abbiamo alcuna intenzione di perdere quest’occasione».

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su