Pubblicato il: 24 Settembre 2018 alle 10:08

Attualità

“Italy Coast to Coast”: 600 chilometri in bici dalla Maremma all’Abruzzo. Ecco l’impresa di quattro Vigili del Fuoco

Un viaggio che taglia l’Italia da ovest ad est. L'”’Italy Coast to Coast” è un’avventura su strade asfaltate, strade bianche e sentieri alla scoperta di territori di grande fascino storico naturalistico e spesso poco conosciuti, che attraversano Toscana, Lazio, Umbria e lo stupendo e selvaggio Abruzzo.

Il viaggiatore è l’unico vero protagonista e l’importante è godersi il viaggio, non arrivare primi. Anche se non è una prova competitiva, servono resistenza e notevole impegno fisico e psicofisico. Un viaggio che non è uno scherzo nemmeno per i quattro Vigili del Fuoco di Grosseto, Mauro Borracelli, Stefano Terenzi, Aldo Romanini e Luca Brinieri, che si sono messi in testa di compiere questa impresa con le loro mountain bike su un percorso che li vedrà pedalare per circa 600 chilometri su un tracciato che prevede anche 13000 metri di dislivello.

I quattro grossetani partiti da Orbetello dovranno completare il percorso, seguendo perfettamente la traccia che è stata inviata dagli organizzatori pochi giorni prima del via. Non c’è alcun tipo di appoggio lungo il percorso, nè tecnico nè sanitario e il viaggiatore deve cavarsela completamente da solo. E’ questa è la sfida dell’”Italy Coast to Coast”. Non sarà necessario dormire per forza sotto le stelle o portarsi dietro del cibo, poiché lungo il tracciato si può usufruire di numerose strutture convenzionate.

Si tratta di un evento «Bikepacking style», quindi il principio cardine è l’esperienza del viaggio. L’arrivo è posto nella bellissima cittadina di Vasto, dopo aver percorso circa tutto il centro Italia. Cosa importante, che i quattro maremmani devono sempre ricordare: il percorso non è chiuso al traffico e pertanto è obbligatorio per tutti i partecipanti rispettare il codice della strada. E’ richiesta una buona preparazione fisica, resistenza agli sforzi prolungati e spirito di adattamento e anche una buona conoscenza all’uso del gps e di orientamento. Non è stato fissato un tempo massimo per portare a termine l’”Italy Coast to Coast”. Insomma l’avventura nell’avventura.

Ci siamo preparati al meglio delle nostre possibilità fisiche e tecniche – Spiega alla viglia del viaggio Stefano Terenzi -. E’ sopratutto una sfida contro noi stessi. Non è una gara, ma la voglia di arrivare alla fine è tanta e cercheremo di coprire i circa 600 chilometri nel minor tempo possibile, compatibilmente con le difficoltà del tracciato, che abbiamo visto è piuttosto impegnativo, sopratutto quando dovremo attraversare il centro Italia, con salite e attraversamenti di boschi seguendo le mulattiere di montagna. Abbiamo dato appuntamento a tutti a Vasto. Amici e parenti. Nell’occasione vogliamo ringraziare i colleghi di Grosseto, che ci hanno permesso di prenderci i giorni necessari per fare il viaggio e che copriranno i nostri turni di lavoro”, conclude Terenzi, prima di salire sulla sua bicicletta, imitato dai compagni di avventura Borracelli, Romanini e Brinieri.

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su