Cultura & SpettacoliGrosseto

La musica non si ferma, torna il premio internazionale “Scriabin”: ecco le novità

Nuove regole per la XXIII edizione a causa della pandemia. Finale al Teatro degli Industri

L’edizione 2020 si concluse appena prima del diffondersi della pandemia. E nel 2021, nonostante l’emergenza sanitaria ancora in corso, il Premio internazionale pianistico “Scriabin” ha tutta l’intenzione di non mancare l’appuntamento e proseguire la tradizione di quello che nel tempo è diventato ormai stabilmente il secondo concorso pianistico più importante d’Italia, promosso e organizzato dall’associazione musicale “Scriabin” presieduta da Antonio Di Cristofano, con il Comune di Grosseto e Fondazione Grosseto Cultura.

Sarà un’edizione comprensibilmente diversa dal consueto, a causa della pandemia, ma la rassegna ci sarà e vedrà sul palco del Teatro degli Industri i tre finalisti per la serata conclusiva, in programma domenica 4 luglio. Il premio “Scriabin” infatti coinvolge ogni anno circa 80 giovanissimi pianisti: Grosseto per una settimana diventa il punto d’incontro tra musicisti provenienti da tutto il mondo. Quest’anno la rassegna sarà in presenza solo per la serata finale, mentre le altre fasi del concorso (fino alle semifinali) si terranno tutte online.

«Per il Comune di Grosseto – dichiarano il sindaco Antonfrancesco Vivarelli Colonna e il vicesindaco e assessore alla cultura, Luca Agresti è sempre un onore e un dovere sostenere un evento di così elevato spessore artistico. Lo è ancora di più quest’anno: l’obiettivo dell’amministrazione comunale è quello di continuare a promuovere la cultura, nonostante gli evidenti impedimenti dovuti al Covid-19. Proprio in questa situazione d’emergenza e incertezza la cultura, e la musica in particolare, rappresentano un sostegno fondamentale soprattutto per i più giovani. Sapere che in tutto il mondo giovani pianisti saranno impegnati nel concorso, con Grosseto come riferimento, rende ancora più alto il valore del Premio Scriabin e il lavoro del direttore artistico Antonio Di Cristofano».

Per iscriversi c’è tempo fino a giovedì 15 aprile: giovedì 16 maggio saranno annunciati i dodici finalisti, mentre giovedì 3 giugno verranno proclamati i tre finalisti. «La serata conclusiva sarà al Teatro degli Industri domenica 4 luglio – conferma il fondatore e direttore artistico del Premio Scriabin e direttore dell’Istituto comunale musicale “Palmiero Giannetti” di Fondazione Grosseto Cultura, Antonio Di Cristofano. Cambiano le regole, ma la musica continua. Per le difficoltà negli spostamenti dovute alla pandemia, abbiamo organizzato le selezioni e le eliminatorie online, ma l’esibizione conclusiva, con la proclamazione del vincitore, avverrà in presenza. Voglio ringraziare tutti gli sponsor che hanno sostenuto il concorso pianistico anche in un periodo così complicato».

Nel 2021 torna anche la grande novità introdotta nell’edizione 2020, cioè la sezione Junior del Premio “Scriabin”. «Anche i finalisti della rassegna, dedicata ai pianisti under 14, saranno sul palco degli Industri domenica 4 luglio – spiega Di Cristofano –. Sarà un’edizione particolare, ma siamo convinti che non mancheranno da parte dei musicisti l’entusiasmo e la voglia di fare musica».

Nel 2020 – edizione record per numero di iscritti – il primo premio era stato assegnato al pianista ucraino Antonii Baryshevskyi e nella categoria Junior alla milanese Monica Zhang. Informazioni su www.premioscriabin.it e sulla pagina Facebook “Premio internazionale pianistico A.Scriabin”.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button