Colline MetallifereCultura & Spettacoli

“Io questa storia gliela racconto”: il reading su Bianciardi fa tappa in biblioteca

Lo spettacolo è in programma mercoledì 7 dicembre, alle 17

Prosegue il percorso dello spettacolo “Io questa storia gliela racconto“, proposto dal Teatro Studio per una serie di eventi promossi dalla Rete Grobac, delle biblioteche di Maremma. Dopo il primo appuntamento a Castiglione della Pescaia, il reading musicale ispirato alle opere di Luciano Bianciardi, prosegue il suo tour e domani, mercoledì 7 dicembre, alle 17, arriva nella biblioteca comunale di Monterotondo Marittimo.

Un reading dedicato all’impegno di Bianciardi, giornalista, scrittore e intellettuale maremmano di cui quest’anno ricorre il centenario dalla nascita, sul tema del lavoro. Con letture tratte da “La vita agra”, “I minatori della Maremma”, scritto a quattro mani con Carlo Cassola, “La nascita dei minatori della Maremma”, a cura di Velio Abati e con inserti poetici di Morbello Vergari; Daniela Marretti, Luca Pierini ed Enrica Pistolesi porteranno in scena tematiche importanti che hanno caratterizzato tutta l’opera di Bianciardi. L’evento sarà accompagnato dalla musica di Massimo Pallini.

Parole e musica, quindi, per ripercorrere il lavoro di minuziosa indagine e denuncia dell’autore e degli autori, che nella descrizione della tragedia di Ribolla de “La vita agra“, trova il suo più poetico e tragico epilogo.

“Io questa storia gliela racconto” sarà riproposto il 14 dicembre alle 10.30 al Teatro degli Unanimi di Arcidosso, il 20 dicembre, alle 17, nella biblioteca comunale Roccastrada, il 27 dicembre alle 17 alla biblioteca “Chelliana” di Grosseto, il 28 dicembre alle 17 a Scansano, il 29 dicembre alla biblioteca della Ghisa a Follonica e il 17 gennaio, sempre alle 17, alla biblioteca “La Piccola”, di Capalbio. L’ingresso è libero e gratuito.

Cos’è la Rete delle biblioteche di Maremma

Grobac, la Rete delle biblioteche di Maremma, è composta da biblioteche di enti pubblici, istituti culturali, fondazioni, istituti scolastici e da archivi storici della provincia di Grosseto. I soggetti che compongono la rete sono 30 e hanno come fine ultimo la crescita culturale collettiva. Della Rete fanno parte le biblioteche comunali di Grosseto, Roccastrada, Castiglione della Pescaia, Scansano, Scarlino, Pitigliano, Manciano, Orbetello, Monterotondo Marittimo, Monte Argentario, Massa Marittima, Magliano in Toscana, Capalbio, Gavorrano, Follonica, Arcidosso, Castell’Azzara. Della Rete fanno parte anche il Polo liceale di Grosseto, il Liceo Rosmini di Grosseto, l’Isis Da Vinci-Fermi di Arcidosso, la Biblioteca delle Muse di Saturnia, il Maam di Grosseto, il Museo di storia naturale di Grosseto, l’Isgrec di Grosseto, il Polo Clarisse arte di Grosseto, la Fondazione Bianciardi di Grosseto, la Camera di commercio di Grosseto, l’archivio storico Imberciadori di Castel del Piano, la Fondazione Santa Fiora Cultura e la Biblioteca Zikhang di Merigar di Arcidosso.

Per informazioni sugli eventi di rete: biblioteca.comunale@comune.castiglionedellapescaia.gr.it

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button