Pubblicato il: 13 Febbraio 2014 alle 12:56

Cultura & Spettacoli

“Io ero l’Africa: Roberta Lepri racconta il colonialismo del dopoguerra alla biblioteca di Scansano

Un libro che affronta il tema del pregiudizio e della discriminazione per raccontare che il bene e il male sono in ognuno di noi, ma che non dipendono certo da colore della pelle, gusti sessuali, etnia. E’ “Io ero l’Africa” della scrittrice Roberta Lepri, grossetana d’adozione, che sarà presentato domani alle 17, nella biblioteca comunale “Aldo Busatti” di Scansano
Prendendo spunto da storie familiari, il romanzo racconta la vita in una missione nell’Africa post bellica: i nonni dell’autrice, infatti, furono coloni in Somalia e dall’esperienza di quegli anni traevano storie avventurose da raccontare alla nipote, che lasciavano, però, spesso trapelare la visione razzista di chi, in quel “continente nero”, aveva trovato solo un paradiso da sfruttare.
 
L’evento rientra nel ciclo di appuntamenti “Il tè del venerdì in biblioteca”, promosso da Coeso – che gestisce i servizi bibliotecari – e dal Comune di Scansano, insieme alle associazioni Auser, Caritas, “Tante quante” e “Macramè”. All’incontro sarà presente l’autrice Roberta Lepri e, come di consueto, dopo la presentazione del volume sarà offerto un tè ai partecipanti. 
Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su