GrossetoScuola

Gli interventi di adeguamento Covid-19 nelle scuole comunali

Tutte le azioni messe in campo per il rientro in classe

In vista della riapertura delle scuole, il Comune di Grosseto sta lavorando per garantire il rientro degli studenti dopo il periodo di lockdown. L’Amministrazione comunale ha provveduto tempestivamente a mettere in campo numerose azioni atte all’adeguamento dei locali scolastici, lavorando anche in attesa delle disposizioni governative.

Nella giornata di ieri la Giunta comunale ha infatti approvato il progetto esecutivo di adeguamento ed adattamento funzionale degli spazi e delle aule didattiche in conseguenza dell’emergenza sanitaria da Covid-19.

Gli interventi riguardano non solo gli spazi e aule scolastiche, ma anche le forniture idonee a favorire il necessario distanziamento, in coerenza con le indicazioni del comitato tecnico scientifico previsto dalla Protezione civile. Il Comune di Grosseto ha fatto richiesta di fondi al Ministero dell’istruzione risultando beneficiario di un contributo pari a 400mila euro nell’ambito del Programma Operativo Nazionale “per la scuola – competenze e ambienti per l’apprendimento” 2014-2020. Questa cifra per la messa in opera di interventi nelle scuole di competenza comunale è stata distribuita in base alle necessità di ciascun edificio.

Le cifre sono così suddivise:

Per le scuole di via De Amicis e via Rovetta: totale 86.500 euro
Per le scuole di via Meda, via Adamello, via Montebianco: totale 75.000 euro
Per le scuole di via Marche e di via Baracca a Marina di Grosseto: totale 68.500 euro
Per le scuole di via Corelli, via De Barberi, via Brigate Partigiane e via Lago Maggiore: totale 112.000 euro
Per le scuole di via Mazzini, via Anco Marzio, via Jugoslavia e via Sicilia: per un totale di 58.000 euro

Non solo, grazie alla seconda manovra di bilancio compiuta il mese scorso dall’Amministrazione comunale, è stato possibile attingere al fondo di riserva, destinando 200mila euro per l’acquisto di servizi e installazioni nelle aree aperte delle scuole, sempre nell’ottica del rispetto del distanziamento, per l’acquisto di arredi scolastici per le nuove classi, per le misure anti Covid e per il rinnovo degli arredi già presenti nei plessi scolastici. Grazie a questa disponibilità, interamente stanziata dall’Amministrazione, si rende così possibile, nonostante la crisi, investire nella riqualificazione degli edifici scolastici il doppio dei fondi rispetto all’anno precedente.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button