Pubblicato il: 14 Marzo 2019 alle 13:10

Castiglione della PescaiaNotizie dagli Enti

20mila euro dalla Regione per il centro commerciale naturale: ecco gli interventi previsti

Fra i 13 Comuni della provincia di Grosseto, con popolazione inferiore ai 15.000 abitanti, che hanno partecipato al bando della Regione Toscana per la concessione di contributi a sostegno degli investimenti e delle infrastrutture collegate al turismo e al commercio, compresi gli interventi di micro qualificazione dei centri commerciali naturali, c’è anche Castiglione della Pescaia.

«Abbiamo presentato a fine 2018 un progetto di riqualificazione per il decoro e arredo urbano nel centro commerciale naturale del capoluogo – spiega Elena Nappi, vicesindaco della cittadina costiera – rimarcando la forte volontà dell’amministrazione di partecipare a ogni possibilità di reperimento di risorse esterne per esaudire le esigenze del proprio territorio e con i circa 20mila euro sostituiremo completamente e incrementeremo gli elementi di arredo urbano, che saranno scelti con caratteristiche omogenee a quelli esistenti in piazza Gramsci e lungo il porto canale, uniformando la connotazione estetica dell’area».

«Il centro commerciale naturale di Castiglione della Pescaia – ricorda l’assessore al turismo Susanna Lorenzininasce per volontà di un consistente gruppo di commercianti del centro storico del capoluogo, che a partire dal 2004, in collaborazione con il Centro di assistenza tecnica di Ascom Maremma, hanno presentato un piano per rivitalizzare e promuovere il commercio del centro storico del paese, creando un sistema in cui riunire attività commerciali impegnate in una politica unitaria e condivisa di sviluppo e promozione del territorio».

Nappi e Lorenzini entrano nello specifico di cosa accadrà nell’area del Centro commerciale naturale, che comprende tutte le strade e piazze del paese ricomprese all’interno del perimetro tracciato da: via Roma, via Don Minzoni, via Marconi, via VittorioVeneto, via Remota, il borgo medioevale, via Montebello, via Fratelli Cervi, via Ponte Giorgini, via Cristoforo Colombo.

«I cestini per la raccolta rifiuti sono in cattivo stato di conservazione – affermano Nappi e Lorenzini, alcuni sono rotti, e comunque dotati di un accesso per il deposito poco funzionale, e quando le presenze nel paese sono più considerevoli, spesso si vede spazzatura per terra. Vogliamo arginare sempre di più questi episodi di degrado, alimentati anche dall’assenza nell’area di cestini per la raccolta differenziata e di portacenere-raccoglicicche ed è ormai diventato indispensabile anche sostituire i portabiciclette esistenti, che sono vetusti e di diverse tipologie, dando all’area un arredo urbano disomogeneo».

«L’ufficio Lavori pubblici – conclude Nappi lo scorso mese di novembre ha redatto un progetto di fattibilità tecnico-economico che prevede una spesa complessiva di 25.000 euro, che ci ha permesso di partecipare al bando della Regione Toscana che richiedeva una compartecipazione minima da parte dell’Ente».

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su