Pubblicato il: 10 Febbraio 2018 alle 14:53

AmiataPolitica

Delibera sull’antifascismo, Insieme per Arcidosso: “Falso indicare che abbiamo votato contro”

Nel consultare quanto postato nella pagina Facebook del Comune di Arcidosso, comunicato che sicuramente potremmo anche leggere sia nei quotidiani locali che in quelli online, si rende necessario rispondere in merito sia sulle imprecisioni scritte che sulle false notizie relative all’espressione del voto dei consiglieri di minoranza presenti il giorno 8 febbraio al Consiglio comunale fissato per le 19“.

A dichiararlo, in un comunicato, è Corrado Lazzeroni, consigliere comunale del gruppo di opposizione Insieme per Arcidosso.

“La lista Insieme per Arcidosso, visto il particolare orario scelto dal sindaco per la celebrazione del Consiglio comunale, ha fatto registrare due assenze: quella del capogruppo Camporesi e del consigliere Pallari. Assenze giustificate, ma che con una scelta di orario diverso avrebbero permesso la loro presenza e conseguente votazione e, forse, anche una diversa presenza di pubblico. Onestamente, salvo casi particolari, la gente preferisce rimanere a casa – spiega Lazzeroni -. Il punto 9 prevedeva l’approvazione della proposta 74 redatta in data 4 dicembre 2017 e inserita volutamente a nostro giudizio nell’ordine del giorno del consiglio sopra indicato precedentemente“.

La nostra proposta comune era mirata a – continua Lazzeroni -:

  • ritiro del punto all’ordine del giorno in quanto c’è una consultazione elettorale in corso come le politiche del 4 marzo (evidente speculazione elettorale);
  • modifiche al testo riguardante l’inserimento al punto 2 di apposito riferimento al il 10 febbraio quale ‘Giorno del ricordo’ al fine di conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe;
  • eliminazione del punto 4 ìdi dare atto ai competenti Uffici comunali di adeguare i regolamenti comunali, per esempio occupazione suolo pubblico, concessione spazi e sale comunali, ecc, ai principi sopra specificati, al fine anche, di includere al momento della richiesta di autorizzazione, una dichiarazione esplicita di riconoscimento dei valori antifascisti espressi nell’ordinamento repubblicano‘”.

“Dopo aver motivato le nostre perplessità sul provvedimento con due interventi distinti (la nostra è una lista civica che non segue ordini di scuderia, ma che rispetta il programma elettorale predisposto nel 2014, anche questo dichiarato in assemblea, il pronunciamento di voto è stato il seguente – termina Lazzeroni -:

a) Amati Guendalina voto contrario

b) io mi sono astenuto.

Se fossero stati presenti gli altri due consiglieri la loro espressione di voto sarebbe stata l’astensione. Quindi è falso indicare che la lista Insieme per Arcidosso ha votato ‘No’. Se l’atto con le modifiche richieste fosse stato poi presentato successivamente alle consultazioni elettorali avrebbe potuto essere approvato all’unanimità. Non so se l’obiettivo che si è prefissato il sindaco Marini e la sua Giunta sia stato raggiunto, questo lo vedremo in seguito, spero che i cittadini di Arcidosso si ricordino di questo exploit sia il 4 marzo che nelle prossime consultazioni amministrative previste nella primavera del 2019“.

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su