Pubblicato il: 20 Aprile 2015 alle 19:00

Cultura & SpettacoliFollonica

“La notte del lavoro narrato”: l’ex Ilva al centro della cultura. Ecco il programma delle iniziative

L’amministrazione comunale di Follonica, in collaborazione con “Cantiere cultura”, organizza un evento affascinante e coinvolgente dal titolo “ La notte del lavoro narrato” , con appuntamenti che giovedì 30 aprile e venerdì primo maggio animeranno l’ex Ilva nel suo complesso: il Magma, la biblioteca e lo spazio della Leopoldina, ma anche il piazzale e i giardini, rendendo alla vita  culturale del territorio questo grande spazio, cuore di Follonica e centro della quotidianità della città della ghisa e dei suoi follonichesi.

L’esperienza del “Cantiere Cultura” concretizza così un primo momento di progettazione e creazione di sinergie nuove tra associazioni, attraverso la realizzazione di momenti che spaziano in tutte le arti performative.

Il denso programma è frutto della collaborazione ed è sintesi di un lavoro altrimenti impensabile per ogni singola realtà coinvolta, realizzabile proprio attraverso l’esperienza del Cantiere, che ha reso reale un unico contenitore di idee e di forze, stimoli che consentiranno alla cultura (e non solo) di esprimere e tutelare la crescita, il mantenimento e lo sviluppo della città di Follonica.

Il programma

Giovedì 30 aprile, alle 17, al Magma, è in programma il primo appuntamento, in cui partirà un’invasione digitale (a cura di Instagramers Grosseto) che racconterà luoghi e eventi per tutta “La notte del lavoro narrato” (www.lanottedellavoronarrato.org), mentre alle 18.30 il circolo Lav animerà il giardino con letture a voce alta.

Alle 20.30, secondo appuntamento al Magma.

Da qui, i partecipanti saranno organizzati in 4 gruppi con guida ed effettueranno un percorso tra sonorizzazioni ambientali (riproduzione dei suoni della fonderia), ritratti (un set fotografico con sagome dei lavoratori, dietro le quali sarà possibile fotografarsi) ed uno struggente racconto di Arrigo Bugiani sul mestiere dell’accomodatore di ombrelli.

Contemporaneamente, alla sala Leopoldina, il gruppo “M’io” organizzerà un’installazione/spettacolo sui temi del lavoro, dal titolo “Mettiti nelle mie scarpe”, durante la quale il pubblico sarà parte integrante dell’installazione.

Ci saranno poi performance artistiche con installazioni site specific nel giardino dell’Ilva ed opere di street e visual art, mentre alla Biblioteca della Ghisa Anna Intartaglia effettuerà letture tratte da racconti di Emergency.

Per partecipare a questo ricco evento, che inizia alle 20.30, è necessario effettuare la prenotazione, contattando la biblioteca comunale al numero 0566.59246. Il costo è di 5 euro con visita al Magma.

Venerdì primo maggio, festa dei lavoratori, alle 10, il piazzale dell’ex Ilva si animerà invece con la musica della Filarmonica “Puccini”, il coro “Briganti di Maremma” e il consueto comizio delle maggiori sigle sindacali.

Nel pomeriggio, alle 16, al Magma verranno organizzate un’attività per i bambini legata al forno fusorio, una visita al museo (costo del biglietto 4 euro) e una proiezione di interviste ai lavoratori dell’Ilva, curate da Marica Pizzetti, Lanfranco Stefanelli e l’associazione di Rino Magagnini.

Il contenitore “La notte del lavoro narrato” si concluderà alle 21, alla sala dei Fantasmi del Museo Magma, con la proiezione del film “Tempi moderni” di Charlie Chaplin, con un’introduzione a cura del critico Fabio Canessa.

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su