Pubblicato il: 2 Novembre 2016 alle 14:48

Cultura & Spettacoli

Iniziative del Rotary Club di Grosseto per l’anniversario dell’alluvione

Per il 50^ anniversario dell’alluvione che mise in ginocchio la nostra città, il Rotary Club di Grosseto, insieme alla Fondazione rotariana “Carlo Berliri Zoppi”, ha previsto una serie di iniziative che rievocheranno quei giorni e le cause che provocarono il disastro.
L’intento è quello di recuperare o consolidare la memoria degli scenari che si produssero, delle iniziative e di tutto ciò che la popolazione organizzò con spirito di squadra, abnegazione e capacità organizzativa per far fronte alla tragedia.

“Tra queste vicende vogliamo anche ricordare l’importante ruolo del Rotary Club Grosseto che mise a disposizione mezzi e i soci stessi – si legge in una nota del Rotary Club di Grosseto – .
Con occhio critico e consapevole si cercherà anche, con l’aiuto della scienza, di analizzare le ragioni di fondo e l’interazione fra i fenomeni legati all’ambiente, al territori e alle infrastrutture che determinarono la catastrofe e che possono aiutare, con rinnovata attenzione, a focalizzarne i livelli attuali di rischio”.

Si inizierà con un Convegno, il 4 novembre alle 15.00 al Teatro degli Industri, che vedrà la partecipazione di molti studiosi oltre che di iniziative dirette alla formazione delle giovani generazioni, compito che il Rotary si assume con piacere, facendosi carico di una specifica funzione sociale integrativa.
Oltre al Presidente del Rotary Club Grosseto Luigi Mansi e al sindaco Antonfrancesco Vivarelli Colonna, il Convegno vedrà la presenza di altri illustri ospiti come: Alessandro Vignani, governatore del distretto Rotary 2071; Fabio Bellacchi, Presidente del Consorzio Bonifica 6 Toscana Sud; Franco Angotti, Università di Firenze, che spiegherà la “Collaborazione del Rotary con le istituzioni per l’ambiente e per l’attenuazione del rischio idrogeologico gravante sulla Toscana”; Renzo Ricciardi, dirigente Genio Civile Toscana Sud, relazionerà su “L’Ombrone oggi”; Enio Paris, Università di Firenze, parlerà di “Lo studio e lo stato delle ricerche in campo idraulico per un corretto governo del territorio ai fini della regimazione dei principali bacini dell’area sud della Toscana”; Giulio De Simone, Presidente del Tribunale di Grosseto, che procederà ad un “Esame critico dell’evoluzione normativa concernente la difesa del suolo”; Anna Guarducci, Università di Siena, che concluderà il Convegno con un excursus storico dal titolo “L’Ombrone e la bonifica grossetana fra tempi granducali e dittatura. Dinamiche evolutive di un territorio.”
Durante i lavori ci sarà la consegna del riconoscimento “Paul Harris Fellow” a Felice Caldora, membro dell’equipaggio dell’elicottero dell’aeronautica militare partecipante ai soccorsi durante l’alluvione del ’66.

Il 5 novembre alle 10.00, sempre al Teatro degli Industri, dopo una breve introduzione del Presidente Luigi Mansi e gli interventi del Prof. Enrico Bonari della Scuola superiore Sant’Anna di Pisa, del Prof. Giampiero Maracchi, Presidente dell’Accademia dei Georgofili e Prof.ssa Gabriella Papponi Morelli, Presidente del Polo Unversitario Grossetano, è prevista la proiezione del film “4 novembre 1966: racconti dell’alluvione”, del regista Francesco Falaschi.
Durante la mattinata verranno premiati anche i vincitori del Concorso per tesi magistrali e di dottorato di ricerca “Chiare fresche e dolci acque” sui temi riguardanti le problematiche dei sistemi idrici. Parteciperanno Roberto Giorgetti, Fabio Bellacchi, Banca Carige Italia, Claudio Scali e Enrico Bonari.

Un solenne concerto di chiusura della rievocazione, in memoria del socio Guglielmo Francini già presidente della Fondazione rotariana “Carlo Berliri Zoppi”, si svolgerà sempre il 5 novembre alle 21.00 presso la Cattedrale di San Lorenzo a Grosseto. Il concerto vedrà esibirsi l’Orchestra Città di Grosseto, Società Corale “Giacomo Puccini” di Grosseto, il Coro Polifonico “San Nicola” e il coro dell’Università di Pisa diretti dal M°Stefano Barandoni, oltre che Federica Nardi, Fulvia Bertoli, Marco Mustaro e Giorgio Marcallo. Direttore d’orchestra M° Francesco Iannitti Piromallo.

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su