Pubblicato il: 2 Luglio 2017 alle 20:58

Colline MetalliferePolitica

Stato di salute nelle Colline Metallifere: se ne è parlato in un’iniziativa di Sinistra Italiana

Proteggere l’ambiente, proteggere la salute“, l’iniziativa di Sinistra Italiana che si è svolta venerdì pomeriggio presso la sala Auser di Scarlino scalo, ha raggiunto l’obiettivo di aprire una riflessione a seguito dei dati sullo stato di salute della comunità delle Colline Metalliffere resi noti pochi mesi fa dall’Ars (Agenzia regionale della sanità).

“Dati che hanno suscitato l’attenzione dei cittadini e del sindaco di Scarlino, che ha seguito fin da subito questa vicenda – si legge in un comunicato del coordinamento di Sinistra Italiana delle Colline Metallifere. In particolare, è stata la recente mozione promossa dal gruppo consiliare di Sinistra Italiana a riaprire una riflessione nel territorio di Scarlino e nei comuni limitrofi, visto che Sinistra Italiana sta proponendo in tutti i consigli comunali tale atto“.

“L’iniziativa di venerdì scorso, che rientra in questo percorso, ha visto protagonisti tre esperti in materia, coordinati dal neo segretario toscano di Sinistra Italiana, Marco Sabatini: Alessandro Brunini, Mauro Valiani (del Forum Salute Italia) e Paolo Sarti (Consigliere regionale di Sì Toscana a Sinistra) – continua la nota –. Tre interventi di qualità e di approfondimento su un tema, quello della connessione tra salute, ambiente e lavoro, particolarmente delicato per un’area sensibile come quella delle Colline metallifere. Senza allarmismi e senza demagogia, è stata fatta un’analisi della situazione che ha messo in evidenza alcuni dati più preoccupanti (malattie dell’apparato respiratorio, nascite premature e neonati sottopeso), ma che ha dato anche una valutazione rassicurante su altri tipi di patologie“.

“Il tutto partendo dai fattori determinanti di salute. E nella nostra zona la criticità è di tipo socio economico (popolazione anziana e basso reddito) – termina il comunicato -. L’iniziativa si è conclusa con alcune proposte operative, come quella del recupero del registro regionale dei tumori, e con l’impegno concreto di continuare ad approfondire la relazione tra ambiente, lavoro e salute dei cittadini e dei lavoratori”.

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su