CronacaGrossetoIn evidenza

Bomba carta all’Airone, individuati i responsabili: “Abbiamo fatto una bravata”

Individuati e segnalati all’Autorità Giudiziaria per danneggiamento aggravato quattro giovani, tra i 26 e i 34 anni, che nella notte tra sabato e domenica scorsi hanno gettato un grosso petardo presso l’hotel Airone, in cui soggiornava la squadra di calcio dell’Olbia, ed imbrattato con scritte offensive le mura dello stesso albergo e dello stadio “Zecchini”.

Le indagini, svolte in sinergia dalla Polizia del capoluogo maremmano e dai Carabinieri del Comando provinciale di Grosseto, sono scattate sin dalle prime ore successive all’atto vandalico nell’ambiente della tifoseria locale e si sono avvalse inoltre dei sistemi di videosorveglianza presenti in città.

In questo contesto, i quattro, ad uno ad uno, si sono presentati in Questura assistiti dai loro legali, confessando ampiamente le loro responsabilità.

Si tratta peraltro di giovani che, pur gravitando nell’area della tifoseria locale, non ne sono personaggi di rilievo.

Gli stessi ragazzi hanno definito il loro atto vandalico una “bravata”, compiuta nel corso di una notte in cui avevano bevuto abbondanti quantità di alcolici.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button