Colline MetalliferePolitica

Problematiche e proposte per l’Istituto Falusi: se ne parla in un incontro on line

L'iniziativa è in programma oggi pomeriggio alle 18

Oggi pomeriggio, mercoledì 7 aprile, dalle 18, sulla pagina Facebook del Tavolo della Salute andrà in onda una diretta sul tema dell’Istituto Falusi, iniziativa promossa da Paolo Mazzocco, ex membro del CdA dell’Istituto, Fiorenzo Borelli, della lista civica Massa Comune, e Luciano Fedeli segretario del Pci della Federazione di Grosseto. La diretta vedrà la partecipazione anche del sindacato UILfpl, rappresentato da Sergio Lunghi.

“L’iniziativa nasce dall’esigenza di fare luce sulle dimissioni del CdA Falusi a quasi un mese dalla formalizzazione, analizzare il contesto e fare proposte da portare all’attenzione del Consiglio comunale che, come affermano i promotori, non ha mai visto l’argomento all’ordine del giorno – si legge in una nota degli organizzatori dell’incontro. La situazione era, è e rimane preoccupante e il fatto che il Consiglio del Comune di Massa Marittima, ente dove ha sede legale l’Asp, da oltre un anno non sia stato messo nelle condizioni di capire l’evoluzione di questa importante istituzione è preoccupante“.

“Emblematico è il fatto che anche all’ultimo Consiglio neppure tra le comunicazioni del sindaco l’argomento sia stato portato, è la cartina tornasole di una crisi che ha rilevanza non solo economica, ma si estende anche ad aspetti politico – istituzionali che non possono trovare soluzioni scavalcando l’assemblea massetana e liquidando tutto a decisioni che saranno assunte a Firenze tra il sindaco e la Regione. Non solo, paradossale è il fatto che l’unica comunicazione riguardasse l’impegno economico di 5300 euro a favore della disinfestazione di locali del Comune a Niccioleta dall’invasione di formiche, fatto sul quale nessuno nega l’importanza, ma non si parli e si affronti la situazione in cui versa l’istituto almeno dal 2017 – termina il comunicato -, che risulta in crisi con una situazione finanziaria molto delicata e perdite per migliaia di euro mensili dovute alla mancanza di una pianificazione sulla quale è fondamentale l’indirizzo istituzionale del Comune”.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button