Pubblicato il: 20 Dicembre 2019 alle 12:22

AttualitàGrosseto

Sicurezza percepita: Comune e università incontrano i cittadini del centro storico

L'appuntamento pubblico è lunedì 23 dicembre, alle 11.30, nella sala consiliare del municipio

I cittadini del centro storico di Grosseto sono invitati all’incontro pubblico organizzato nella sala consiliare del Comune per presentare i dati emersi dal progetto “Urban safety profile“, la ricerca, condotta dall’Università di Siena, attraverso il dipartimento di Scienze mediche, chirurgiche e neuroscienze, in stretta collaborazione con l’amministrazione del capoluogo maremmano e la Fondazione Polo universitario grossetano e la Polizia municipale.

L’appuntamento pubblico è lunedì 23 dicembre, alle 11.30, nella sala consiliare del municipio con un focus sul cuore della città. Il progetto “Urban safety profile” ha come obiettivo quello di mettere a disposizione degli enti locali una modalità operativa per l’analisi della sicurezza urbana, la progettazione di interventi in tema di politiche di sicurezza e la valutazione delle loro ricadute. E uno dei passaggi fondamentali è stato il coinvolgimento di un campione di cittadini scelti sulla base di contesti urbani ben definiti. Ora, finita la fase di raccolta e elaborazione dati, è il momento della presentazione del resoconto e dei passaggi successivi del progetto, passaggi tra l’altro innovati e che vedranno nuovamente la collaborazione dei residenti.

Saranno presenti il sindaco di Grosseto Antonfrancesco Vivarelli Colonna, il vicesindaco Luca Agresti, l’assessore alla Sicurezza e alla Polizia municipale, Fausto Turbanti, Gabriella Papponi Morelli, presidente del Polo universitario grossetano, e il professore Fabio Ferretti per l’Università di Siena.

Invitiamo i residenti del centro storico a partecipare a questo appuntamento – spiegano il sindaco Antonfrancesco Vivarelli Colonna e l’assessore Fausto Turbanti: sarà l’occasione per avere un quadro generale sulla vita nel cuore della città e anche per partecipare alle iniziative sperimentali future che vedranno nuovamente i cittadini protagonisti attivi di questo studio“.

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su