Colline del FioraCultura & Spettacoli

“Viva la bella irrealtà!”: a Montemerano si parla dell’artista Osvaldo Licini

Sabato 30 giugno, alle 18, alla biblioteca di storia dell’arte di Montemerano, è in programma la conversazione di Mattia Patti “Viva la bella irrealtà! – Osvaldo Licini e gli amici critici e collezionisti“, con un intervento di Giuliano Gori, autore del libro “Osvaldo Licini” (Gli Ori, 2017).

Osvaldo Licini è senza ombra di dubbio uno dei più grandi artisti italiani del XX secolo, interprete raffinatissimo di quell’astrazione lirica che anche in Italia ha coinvolto personalità di primo piano e prodotto frutti straordinari.

Mattia Patti, storico dell’arte dell’Università di Pisa che ha studiato a fondo la figura e l’opera dell’artista marchigiano, ne parla alla biblioteca di Montemerano, dialogando con Giuliano Gori, collezionista d’arte moderna e contemporanea tra i maggiori d’Italia, che di Licini è stato amico.

Insieme, lo studioso e il collezionista hanno dato vita nel 2017 a un volume, arricchito da una videointervista, pubblicato da “Gli ori” di Pistoia. Al suo interno, Gori ripercorre il suo rapporto d’amicizia con Osvaldo Licini: incontri, ricordi, attimi di vita vissuta, il Gran Premio alla Biennale di Venezia del 1958, le visite a Monte Vidon Corrado.

Il volume propone anche un’ampia postfazione di Mattia Patti, il quale approfondisce e documenta i singoli episodi di cui Giuliano Gori parla. Attraverso un denso lavoro d’archivio, Patti mette in luce, grazie a lettere, documenti e fotografie d’epoca, anche il sodalizio di Giuliano Gori con Giuseppe Marchiori e Luigi Dania, i viaggi e le mostre, insomma la cronaca di un’amicizia che si è protratta anche dopo la scomparsa di Licini avvenuta nel 1958.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button