Cultura & SpettacoliGrosseto

Celebrazioni Prima guerra mondiale: ultimo appuntamento con lo scrittore Marcello Veneziani

La rassegna sulla Grande guerra si chiude sabato 3 novembre con un approfondimento dello scrittore e giornalista Marcello Veneziani sul 4 novembre 1918.

Grosseto ha celebrato la fine dei combattimenti sul fronte italiano con una serie di eventi dal titolo “WWI – Grosseto ricorda la fine della Grande guerra“, promossi da Fondazione Grosseto Cultura con il supporto della Prefettura di Grosseto, del terzo reggimento “Savoia Cavalleria”, del Comune di Grosseto e della Provincia di Grosseto, con la collaborazione di Confesercenti, Confcommercio e Centro commerciale naturale e il quotidiano La Nazione come media partner.

E così, dopo la presentazione del libro di Tamara Gigli Sanesi, “Grosseto va alla guerra – I maremmani e la prima guerra mondiale”, e la lectio magistralis dello storico Mauro Canali, è la volta dello scrittore e giornalista Marcello Veneziani, con un approfondimento: “4 novembre 1918: quando un popolo si scoprì nazione”.

L’appuntamento, organizzato da Fondazione Grosseto Cultura, è in programma sabato 3 novembre alle 17 nelle sale dell’Archivio di Stato in piazza Socci.

«Nella memoria degli italiani – spiega Venezianiil 4 novembre fu allo stesso tempo un funerale, un battesimo e un matrimonio. Il funerale riguardò, com’è tragicamente risaputo, le centinaia di migliaia di morti italiani e i milioni di morti che riempirono le trincee e i fronti di mezza Europa. Ma il 4 novembre segnò anche il matrimonio tra la nazione e il popolo: ovvero, fu con la vittoria che un popolo si sentì nazione. Il 4 novembre fu il battesimo di una nazione antica in epoca moderna, la conversione di un’identità plurale e convergente, di un sentimento unitario, di una lingua gloriosa e secolare in nazione».

Marcello Veneziani ha collaborato con vari quotidiani e attualmente è editorialista de Il Tempo. Ha scritto saggi storici, esistenziali, filosofici e letterari. Sabato 3 novembre alle 17 il giornalista sarà ospite di Fondazione Grosseto Cultura nelle sale dell’Archivio di Stato, dov’è ancora a disposizione dei visitatori la mostra documentaria e bibliografica “L’Archivio di Stato di Grosseto (1958-2018). Sessant’anni di condivisione del patrimonio culturale“, che resterà aperta fino al primo dicembre.

Continua anche l’iniziativa che coinvolge i commercianti del centro storico, con la collaborazione di Confcommercio e Confesercenti e il Centro commerciale naturale e la partnership de La Nazione: fino a lunedì 12 novembre sarà possibile infatti aderire al sondaggio del quotidiano e votare la migliore vetrina allestita a tema patriottico. Tra gli altri eventi in città c’è anche la mostra organizzata dall’Università della terza età alla galleria il Quadrivio di viale Sonnino, da lunedì 5 a mercoledì 7 novembre, con l’esposizione dei quadri degli associati sul tema della Grande guerra, dipinti durante il corso di pittura di Cristina Mambrini.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button