Pubblicato il: 5 Febbraio 2018 alle 12:07

AttualitàGrosseto

“Il Soffio dell’Oriente siriaco”: monsignor Nin a Grosseto per parlare della Chiesa siriaca

Mercoledì 7 febbraio la diocesi di Grosseto accoglierà mons. Manuel Nin, Esarca apostolico per i cattolici di rito bizantino in Grecia, per l’incontro, promosso dall’Ufficio missionario-Migrantes e dall’Ufficio liturgico, dal titolo: “Il Soffio dell’Oriente siriaco, storia e spiritualità di un’antica Chiesa orientale”.

L’incontro si terrà alle 21 nella sala Friuli della parrocchia di San Francesco, a Grosseto (in piazza San Francesco).

Quest’antichissima Chiesa apostolica ha come centro spirituale Antiochia, dove per la prima volta i seguaci di Gesù furono chiamati cristiani. Le Chiese di tradizione siriaca non hanno propriamente un carattere nazionale o etnico. Sira o siriaca non si riferisce all’odierna Siria, ma al cristianesimo di tradizione siriaca e all’antica e vasta regione mediorientale all’epoca denominata Siria e nei primi secoli considerata come il più importante patriarcato dell’Oriente, per il suo ruolo predominante in tutti i campi: culturale, liturgico, teologico e spirituale. Ma quella della Chiesa siriaca è purtroppo una ricchezza in gran parte sconosciuta, nonostante questa Chiesa abbia sviluppato un grandissimo impulso missionario, raggiungendo regioni vicine e lontane: la penisola arabica, il Caucaso, l’Asia centrale spingendosi fino all’India e alla Cina. Mons. Nin aiuterà a conoscere meglio questa spiritualità.

Nato il 20 agosto 1956 a El Vendrell, arcidiocesi di Tarragona (Spagna) e compiuti gli studi primari e secondari, mons. Manuel Nin è entrato nel monastero Benedettino di Monserrat. È stato ordinato sacerdote il 18 aprile 1998. Trasferitosi a Roma, ha continuato gli studi negli Istituti e Facoltà teologiche. Laureato in Teologia con specializzazione in Patrologia, si è dedicato per lo più all’insegnamento ed è tutt’ora impegnato in un’intensa attività didattica.

È stato padre spirituale del Pontificio Collegio Greco e dal 1999 Rettore dello stesso fino alla sua nomina vescovile, nel 2016. Nel suo Ordine è stato primo assistente dell’Abate presidente della Congregazione sublacense-cassinese. È consultore dell’Ufficio delle celebrazioni liturgiche del Papa, membro della commissione liturgica della congregazione per le Chiese Orientali ed autore di numerose pubblicazioni.

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su