Ambiente

Endemismi e specie rare: se ne parla in un incontro online del Museo di storia naturale

L'appuntamento è per sabato 27 febbraio, alle ore 17

«Endemismi e specie rare in Toscana: coleotteri e altri insetti» è il tema del nuovo evento online proposto dal Museo di storia naturale della Maremma diretto da Andrea Sforzi.

L’appuntamento è per sabato 27 febbraio, alle ore 17: sarà possibile seguirlo (gratuitamente) in diretta streaming dalla pagina “Eventi” del sito web del museo, dove sarà inserito un link alla trasmissione della conferenza sulla piattaforma Zoom con la possibilità di intervenire e porre domande, e in diretta Facebook sulla pagina “Museo storia naturale Maremma”.

L’incontro vedrà la partecipazione dell’esperto Leonardo Forbicioni, appassionato entomologo, responsabile del Nat-Lab (il Museo naturalistico dell’Arcipelago toscano a Portoferraio), profondo conoscitore della natura toscana e ottimo divulgatore, in grado di avvicinare anche i meno esperti alla conoscenza di una realtà troppo spesso ignorata. La serie di eventi online della struttura museale di Fondazione Grosseto Cultura dedicata agli endemismi e alle specie rare della Toscana, infatti, ha proprio lo scopo di introdurre alla scoperta di questo prezioso patrimonio comune.

«La Toscana – spiega Andrea Sforzi è uno scrigno di biodiversità, grazie alla sua enorme diversità geografica e ambientale: dalle meravigliose isole dell’arcipelago toscano alle importanti aree umide costiere, dalle fitte macchie e boschi collinari agli agroecosistemi e ai corsi d’acqua dell’interno, fino alle faggete dell’Amiata e dell’Appennino. Tra le migliaia di specie presenti, alcune si possono trovare solo qui in tutto il mondo: si tratta degli endemismi, il risultato di meccanismi evolutivi che hanno portato alla nascita di specie uniche e preziosissime. Ci sono specie rare in quanto caratterizzate da esigenze di vita molto peculiari, che ne consentono la vita solo in determinati ambienti, talvolta relitti; ci sono infine le specie rare che però un tempo erano comuni, le prime a soffrire della nostra sempre più pesante impronta ecologica. Tuttavia sono poche le occasioni per conoscere a fondo questo immenso patrimonio. Con “”Endemismi e specie rare della Toscana”” vogliamo colmare questo vuoto. Esperti nei singoli gruppi sistematici ci illustreranno in modo semplice e accattivante caratteristiche, curiosità, vulnerabilità e punti di forza delle specie più rare e di elevato valore conservazionistico della nostra regione, per contribuire alla loro migliore conoscenza e conservazione».

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button