AgricolturaGrosseto

“Biodiversità ed identità”: al Cinema Stella incontro e filmati sul progetto Life Medwolf

Mercoledì 23 settembre, dalle 20.30 alle 23.30, al Cinema Stella, in via Mameli 24, a Grosseto, si svolgerà l’incontro “Biodiversità ed identità”, relativo al progetto Life Medwolf e in cui saranno affrontate le migliori pratiche di conservazione del lupo nelle aree mediterranee.

Durante l’appuntamento, saranno proiettati in prima visione i filmati del progetto.

Il programma

Ecco il programma dell’iniziativa:

  • incontri tecnici: introduzione del progetto; attività di accertamento dei danni presso le aziende zootecniche che hanno subito predazioni; attività di assegnazione delle misure di prevenzione;
  • attività di promozione: visione filmati del progetto “Life Mdwolf”. Prima visione assoluta della campagna promozionale.

 Il progetto “Life Medwolf”

Obiettivo specifico del progetto è ridurre il conflitto tra la presenza del lupo e/o dei predatori e le attività antropiche nelle zone rurali delle aree di studio e nel contempo difendere allevamenti e campi coltivati tutelando gli animali selvatici.  

Sono molte le zone dove esistono studi ed azioni tese a rendere possibile la convivenza tra lupo/predatori in generale e l’attività zootecnica tradizionale. In particolare, nella Maremma toscana, in questi ultimi anni abbiamo assistito ad una ricolonizzazione di specie selvatiche predatorie che stanno avendo come conseguenza quella di cambiare lo stato di equilibrio in alcuni determinati territori – si legge in un comunicato dei soggetti promotori del progetto -. Non vogliamo motivare i processi di ricolonizzazione, che spesso sono da attribuirsi a fenomeni di riespansione progressiva degli areali di specie, quello che vogliamo mettere in evidenza è il numero di specie, piante ed animali, allevatori e specie allevate, presenti in un certo territorio in un dato momento, che rappresenta uno stato di equilibrio che può rimanere costante anche per lunghi intervalli di tempo. Allo stesso modo, ogni ecosistema va considerato come un sistema in equilibrio tra lo spazio in cui si trova e le specie che lo costituiscono: e di fatto ogni specie limita o influenza le altre vicine. E’ evidente che l’unica logica è quella della buon convivenza, anche per mezzo di un’efficace ed efficiente informazione che possa veicolare le problematiche connesse, senza essere influenzata da visioni di parte e/o non coordinate“.

Per informazioni, è possibile consultare il sito www.medwolf.eu, scrivere un’e-mail all’indirizzo info@qmtt.net o contattare la  Cia di Grosseto al numero 0564.450662.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button