Pubblicato il: 20 Febbraio 2019 alle 11:55

Costa d'argentoScuola

Cultura della legalità e pericoli del web: i Carabinieri entrano nelle scuole

In linea con quanto giù avvenuto negli anni precedenti, l’Arma dei Carabinieri, anche per l’anno scolastico in corso, fornisce il proprio contributo alla formazione della “cultura della legalità”, attraverso incontri didattici programmati sia negli istituti scolastici che con visite degli studenti nelle caserme in cui hanno sede i reparti dell’Arma, in particolare i Comandi Stazione e di Compagnia, capillarmente distribuiti su tutto il territorio della provincia di Grosseto.

In tale ottica, questa mattina, il Comandante della Compagnia Carabinieri di Orbetello, Capitano Mario Petrosino, insieme al Comandante della locale Stazione Carabinieri, Luogotenente Romualdo D’Anna, e al Maresciallo ordinario Di Cori e al Maresciallo Lucidi, rispettivamente Comandanti del Nucleo tutela biodivesità Duna Feniglia e della Stazione Carabinieri Forestali di Orbetello, ha tenuto un incontro per le classi quarte dell’Istituto “Raffaello Del Rosso”, a cui hanno partecipato circa 30 alunni.

Grazie alla attiva partecipazione degli studenti e dei loro insegnanti, l’Ufficiale ha illustrato la struttura ed i compiti dell’Arma dei Carabinieri, partendo dal concetto di legalità, per poi trattare numerosi argomenti, strettamente attinenti al mondo adolescenziale e tra questi, in particolare, le sostanze stupefacenti, l’alcolismo, la sicurezza stradale, il bullismo, il cyberbullismo, l’accesso ad internet ed i rischi connessi, l’educazione alla legalità ambientale e la violenza di genere.

I giovani si sono mostrati pienamente coinvolti. Hanno assistito con attenzione, interagendo con domande con l’obiettivo di soddisfare molte curiosità.

Analoghe iniziative, in accordo con i dirigenti scolastici della Costa d’Argento, sono in via di programmazione nelle prossime settimane, a cui parteciperanno di volta in volta l’Ufficiale e i Comandanti delle Stazioni presenti sul territorio, con lo scopo di fornire ulteriori testimonianze, anche di natura storica, proporre le attività di istituto dei reparti speciali dell’Arma, assicurare un proprio apporto per accompagnare le attività di orientamento degli studenti sulle scelte e differenti opportunità lavorative future, cercando di infondere nei giovani la legalità ed altri principi ad essa strettamente connessi.

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su