Pubblicato il: 2 Ottobre 2018 alle 14:49

Castiglione della PescaiaCultura & Spettacoli

“1968, niente come prima”: al via una serie di incontri a Castiglione della Pescaia

“Il 68 attraverso l’arte, il cinema e la musica”.

Questo è il titolo dell’appuntamento in programma venerdì 5 ottobre, alle 17, all’interno della biblioteca comunale “Italo Calvino” a Castiglione della Pescaia, che sarà condotto da Francesca Lotti (nella foto), un evento che fa parte del progetto della rete delle biblioteche di Maremma “1968, niente come prima“.

35enne, di Manciano, Francesca Lotti lavora alla biblioteca comunale “Antonio Morvidi” di Manciano, dove si occupa in particolare dell’organizzazione di appuntamenti culturali e presentazioni di libri, anche in supporto all’assessorato alla cultura, e di promozione della lettura per i bambini e i ragazzi. Inoltre, collabora come redattrice e proofreader con la Treccani.

L’iniziativa itinerante andrà avanti fino al 30 novembre con incontri, presentazioni di libri anche nelle biblioteche di Roccastrada, Arcidosso, Manciano, Massa Marittima, Orbetello e Scarlino.

«Quello che proporrà Francesca Lotti – spiega l’assessore alla cultura, Susanna Lorenzini – è un percorso il più possibile adatto a un pubblico trasversale sia per età che per interessi, completamente multimediale e a mio giudizio divertente e avvincente, che lascerà impresse nello spettatore le atmosfere del Sessantotto».

«Commenteremo insieme immagini, canzoni e spezzoni dei film cult più noti – aggiunge Francesca Lotti, ma anche alcuni prodotti altamente sperimentali e probabilmente sconosciuti al grande pubblico. Sarà un’esperienza immersiva, che ho potuto progettare anche grazie alle potenzialità offerte dalle nuove tecnologie. Su Youtube, a sapere cosa cercare, si trovano moltissimi contenuti culturali originali. L’intento è ovviamente quello di osservare arte, musica e cinema del Sessantotto a livello globale e nazionale, ma ci saranno anche alcuni interessanti focus sul nostro territorio».

Il ’68 per Francesca Lotti è un momento fortemente mitizzato: «Le istanze di allora, a distanza di cinquant’anni, sono ancora attuali. Un momento che ha avuto le sue luci e le sue ombre, ma che ha lasciato tracce indelebili nella vita politica, sociale e culturale del nostro Paese, e periodo – conclude Lottituttora oggetto di dibattito anche acceso tra coloro che lo hanno vissuto. Per questo penso che sia così pregnante il titolo scelto per questo calendario di incontri: dopo il Sessantotto, davvero, niente è più stato come prima».

I prossimi appuntamenti in programma all’interno della biblioteca comunale “Italo Calvino” saranno il 12 ottobre con “Il 68 e il femminismo”, un incontro con Claudia Musolesi, il 17 ottobre sarà presentato il libro: “Il pettirosso e la tagliola” con la presenza di Nivio Fortini, Ilaria Petrucci e Alessandra Riga. Venerdì 26 ottobre “Onda d’urto…dal 68 al 78, cronache di un cambiamento irreversibile tra rivoluzione e restaurazione”, reading a cura del “Teatro Studio di Grosseto.

Il 2 novembre “Il 68 e la deriva terroristica”, incontro con Claudia Musolesi. Martedì 6 novembre verrà presentato il libro “Risalire il pendolo”, con la presenza dell’autore Stefano Pelli. Il 9 novembre “Parliamo del 68”, percorsi di lettura con gli attori del Teatro Studio di Grosseto. Sabato 17 novembre ultimo appuntamento in programma con la presentazione del libro “Il 68 in Maremma”, con Paolo Nardini, Valerio e Flavio Fusi e Piergiorgio Zotti.

Le diverse iniziative che si stanno tenendo all’interno della biblioteca di piazza Garibaldi sono affiancate dalla mostra itinerante “Il sessantotto. Immagini di una stagione pisana”, una raccolta di foto, dedicate ai cambiamenti sociali, ideologi e politici avvenuti 50 anni fa.

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su