FollonicaNotizie dagli Enti

Stop alla discriminazione di genere: il Comune organizza quattro incontri online

Il primo appuntamento è in programma lunedì 21 dicembre.

Il Comune di Follonica, che da qualche anno fa parte di RE.A.DY, la Rete nazionale delle pubbliche amministrazioni anti discriminazione per orientamento sessuale e identità di genere, organizza quattro incontri su piattaforma web per informare su tematiche specifiche: il primo appuntamento è in programma lunedì 21 dicembre.

“In questi ultimi anni molte amministrazioni locali si sono impegnate in politiche dirette a combattere le discriminazioni di genere, favorendo l’inclusione sociale della popolazione omosessuale e transessuale, dando segnali tangibili del loro impegno. Follonica è una di queste. Anni fa abbiamo aderito alla Rete nazionale delle pubbliche amministrazioni anti discriminazione per orientamento sessuale e identità di genere (RE.A.DY) – dichiara l’assessore Francesco Ciompi e, come avevo già dichiarato, vogliamo impegnarci a sviluppare tutte quelle azioni necessarie per collaborare e confrontarci per la massima integrazione delle politiche di inclusione sociale per le persone, lesbiche, gay, bisessuali, trans gender e intersessuali. La nostra volontà è quella di creare un clima di rispetto e di confronto libero da pregiudizi, contribuendo, mediante azioni di informazione e sensibilizzazione proprio sulla tematica relativa al contrasto alle discriminazioni multiple e rivolta a tutti i cittadini, a migliorare la qualità della vita di tutti, senza discriminazioni per orientamento sessuale ed identità di genere. Per fare questo, con i fondi RE.A.DY. presentiamo oggi un calendario di incontri denominati ‘Progetto inFORMA’: si tratta di incontri interattivi di informazione sessuale e socio-affettiva su tematiche specifiche, finalizzati a promuovere un atteggiamento positivo e responsabile nei confronti della sessualità e del benessere proprio e altrui, con focus sulla prevenzione di sentimenti e atti di bullismo transfobici e omofobici“.

Ecco gli argomenti e le date:

  • lunedì 21 dicembre – Dalle 17.00 alle 19.00 ” Stereotipi di genere e aspettative di ruolo sociali”;
  • lunedì 28 dicembre – Dalle 17.00 alle 19.00 – “Le identità di genere e le transizioni sessuali”;
  • lunedì 11 gennaio – Dalle 17.00 alle 19.00 – “Gli orientamenti sessuali e il coming out/outing”;
  • lunedì 18 gennaio – Dalle 17.00 alle 19.00 – “Strutture familiari, famiglie omogenitoriali”.

Tali incontri si svolgeranno a distanza, in ottemperanza alle disposizioni giunte dal Dpcm del 3 novembre, tramite piattaforma Meet di Google, e i link per partecipare saranno pubblicati su Facebook e sulla rete civica del Comune il giorno dell’incontro.

“L’obiettivo sostanziale di questa fase è disporre un’occasione di informazione e confronto sul tema della diversità sessuale, predisporre le persone alla comprensione scientifica della moltitudine di realtà esistenti, all’accettazione delle differenze negli orientamenti sessuali e negli stili di vita e promuovere la riflessione sulle aspettative legate al ruolo di genere che ognuno si sente chiamato a soddisfare. Tutto questo con l’obiettivo di sensibilizzare la comunità all’accoglienza dei diversi orientamenti sessuali e delle diverse identità di genere, non ultimo alla prevenzione e alla gestione di situazioni di omotransfobia. Il nostro progetto prevede anche una seconda fase – conclude l’assessore -, che stiamo strutturando: si tratta di acquistare di una serie di titoli di libri e di lungometraggi che trattano le tematiche da tenere all’interno della nostra biblioteca comunale, per dare la possibilità alla città di venire a contatto con molteplici realtà, informarsi e arricchire il bagaglio culturale e esperienziale dei cittadini e delle cittadine“.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button