Cultura & Spettacoli

Al via il campus creativo “Dune”: inaugurazione alla spiaggia delle capanne

L'inaugurazione è in programma sabato 17 settembre, alle 21

Il campus creativo “Dune – Arti Paesaggi Utopie”, a cura di Giorgio Zorcù della compagnia Accademia Mutamenti di Grosseto, sabato 17 settembre apre al pubblico con una serata inaugurale.

Ben 27 artisti di varie discipline sono impegnati da una settimana nella creazione di 20 opere: installazioni e performance di teatro, musica e danza ispirati alla filosofia di “Arte nella natura” alla Femminella, a Principina a Mare, all’interno del Parco della Maremma.

L’inaugurazione si terrà sabato 17 settembre alle 21, al Lido Oasi di Principina a Mare, ad ingresso gratuito: dopo “Parque Ribalta”, performance musicale di Franco Baggiani alla tromba, si potrà assistere all’installazione luminosa “Bagliori” di Fabrizio Crisafulli, maestro del light-design, sulla spiaggia delle capanne di Principina a Mare, con una azione della performer newyorkese Melissa Lohmann e la sonorizzazione di Andrea Salvadori. Per apprezzare meglio il percorso – un’immaginifica avventura notturna sulla spiaggia – si consiglia di dotarsi di scarpe comode e di una torcia tascabile.

Tutte le restanti installazioni e performance potranno essere ammirate domenica 18 settembre, dalle 7 alle 23, con ingresso a 5 euro a persona. Agli spettatori sarà fornita una mappa con l’ubicazione delle opere e gli orari delle performance.

Inoltre, domenica 18 settembre si potrà prendere parte alle passeggiate “Riposare nella vastità“, guidate da Patrizia Menichelli e Angela Trentanovi con un gruppo di sei assistenti che hanno partecipato in questi giorni a un laboratorio di preparazione (orari: 7, 11.30, 15.30) e “L’ecosistema del Parco“, guidata da Paola Talluri (ore 10). Prenotazione obbligatoria per entrambe le passeggiate al numero 338.5850722.

Gli artisti invitati a “Dune” 2022 sono: Fabrizio Crisafulli, che darà vita a “Bagliori”, una immaginifica installazione di luce sulla spiaggia delle capanne di Principina, con una azione della performer newyorkese Melissa Lohman e la sonorizzazione di Andrea Salvadori; Ilaria Margutti di CasermArcheologica (San Sepolcro, Arezzo) con l’installazione artistica “Cielo di bronzo e stelle appese a un filo”; Chiara Gambirasio di Corpi sul Palco (Milano) con l’installazione artistica “Piogge sotterranee”; l’attrice Sara Donzelli di Accademia Mutamenti con la reading performance “L’altra Euridice”; i fratelli Giulia Mureddu e Mat Pogo con lo spettacolo di danza e musica “Travasi”; Mechi Cena, Francesco Michi e Francesco Pellegrino con l’installazione artistica “Meditazione su onde marine”; il trombettista Franco Baggiani con la performance di musica “Parque Ribalta”; Stefano Corti con l’installazione artistica “Mordi il cielo”.

Partecipano anche 10 giovani artisti emergenti selezionati da un bando nazionale: Pietro Angelini e Francesca Santamaria con “Appunti per una coreografia documentaria”, Luca Granato con “Spazi arresi”, Riccardo Innocenti con “Ebbrezza da alti fondali”, Ettore Morandi con “Tra le foglie ho riconosciuto le onde del mare”, Giuseppe Percivati con “Attraverso”, Jacopo Risaliti con “Gati”, Caterina Sammartino con “I’ve got no roots”, Anna Scali con “100 colori”, Tommaso Zerbi con “Bestiario maremmano”.

“Dune” è organizzato da Accademia Mutamenti con il sostegno di Comune di Grosseto, Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze, Regione Toscana, Pro Loco di Marina e Principina a Mare. Collaborano da sempre alla cura e realizzazione di Dune, giunta alla quarta edizione: il Polo culturale Le Clarisse – della Fondazione Grosseto Cultura – e il suo direttore Mauro Papa; Clan con Giada Breschi, Mara Pezzopane, Matteo Neri, Luca Deravignone e Francesco Rossi. Inizia anche una rinnovata collaborazione con il Parco naturale della Maremma.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button