Cultura & SpettacoliGrosseto

“In transumanza”: al via la mostra tematica al Giardino dell’Archeologia

L'iniziativa è in programma domenica 18 settembre, alle 17.30

Domenica 18 settembre, alle 17.30, al Giardino dell’Archeologia, in via Ginori 43, a Grosseto, si inaugura la mostra tematica “In transumanza. Comunità, vie e culture della pastorizia tra archeologia, antropologia e storia”, a cura di Giovanna Pizziolo e Nicoletta Volante del Dipartimento di scienze storiche e dei beni culturali (Università degli studi di Siena), in collaborazione con Museo archeologico di Grosseto, Comune di Grosseto e Promocultura.

La manifestazione rientra in un più ampio progetto transfrontaliero “CamBio-Via (CAMmini e BIOdiversità: valorizzazione Itinerari e Accessibilità per la Transumanza)” finanziato dal programma Interreg con cofinanziamento di fondi Fesr dell’Unione Europea, nell’ambito del Programma di Cooperazione Italia-Francia Marittimo 2015-2020 con partner nazionali quali Regione Toscana, Regione Liguria, Regione Sardegna e Collectivité della Corsica.

Tale intervento contribuisce alla strategia europea 2020 volta alla crescita intelligente, sostenibile e inclusiva. Il progetto mira a migliorare l’efficacia delle azioni pubbliche nel proteggere, promuovere e sviluppare il patrimonio naturale e culturale rappresentato da parchi, aree protette e siti storici lungo le vie della transumanza realizzando azioni migliorative per la loro fruibilità fisica e immateriale. In questa direzione va la mostra che verrà inaugurata domenica.

La transumanza in Toscana è stato un fenomeno importante, non solo dal punto di vista economico, ma anche sotto il profilo umano e sociale, ha dato vita ad una vera e propria civiltà che generò istituti giuridici, vie di transito, abitudini alimentari, insediamenti e conseguenti oggetti e tracce archeologiche, linguaggi, tecniche di lavorazione del latte.

La mostra racconta, attraverso 10 pannelli tematici, il fenomeno della transumanza toscana focalizzata sulla Maremma grossetana e lo presenta partendo dai dati archeologici, attraverso un approccio multidisciplinare. Osservando un ampio intervallo cronologico (dalla preistoria all’età contemporanea) si indagano, a ritroso nel tempo, le tracce lasciate da questa antica pratica. In particolare, la mostra si concentra sui tracciati indicati come: la via del Casentino, la via dei Biozzi e la via Aldobrandesca. Il tour, diffuso, si snoda anche in tre luoghi della cultura cittadini: Museolab – Museo laboratorio della città di Grosseto, Collezione etnografica Roberto Ferretti (all’ex convento delle Clarisse, in via Vinzaglio 27, al secondo piano) – Archivio delle tradizioni popolari della Maremma (all’ex convento delle Clarisse, in via Vinzaglio 27, al secondo piano) e Museo archeologico e d’arte della Maremma, dove è possibile fare degli approfondimenti a tema.

Programma:

  • ore 17.30 – Saluti istituzionali e taglio del nastro con Daniele Visconti, dirigente della Direzione Agricoltura e Sviluppo rurale della Regione Toscana, Valter Nunziatini, funzionario, le professoresse Giovanna Pizziolo e Nicoletta Volante, del Dipartimento di Scienze storiche e dei beni culturali – Lab di Preistoria dell’Università di Studi di Siena), Anna Bonelli, funzionaria di cultura, biblioteca, musei e teatri del Comune di Grosseto, Chiara Valdambrini, direttore del Museo archeologico di Grosseto;
  • a seguir canti della tradizione con i Musicanti di Maremma, laboratori per bambini e adulti sulla tessitura antica e sugli oggetti del passato ad essa connessi, a cura di Pamphile e Promocultura, merenda.

Nell’occasione sarà possibile visitare i luoghi satellite della mostra:

  • Collezione etografica Roberto Ferretti- Archivio delle tradizioni popolari della Maremma;
  • Museolab -Museo laboratorio della città di Grosseto;
  • Museo archeologico e d’arte della Maremma.
Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button