FollonicaScuola

Il Rotary Club di Follonica premia gli studenti del Liceo artistico di Grosseto protagonisti di un concorso di arti figurative

La mostra concorso di arti figurative per le nuove generazioni continua a riscuotere successo.

Ogni anno, l’esposizione è organizzata dal Rotary Club di Follonica, che da sempre crede nei giovani, in questo caso nei giovani artisti.

Protagonisti della rassegna, incentrata sul tema “L’arte e il tempo”, sono gli alunni del liceo artistico di Grosseto, che hanno avuto la possibilità di mettere in mostra il loro talento nel corso della mostra, svoltasi dal 4 al 12 maggio alla pinacoteca comunale della Città del Golfo.

I vincitori, che si sono aggiudicati un buono per l’acquisto di materiale per continuare a coltivare la loro passione, sono a pari merito Agata De Palo e Sara Cecchini, della V A con due affascinanti installazioni video, mentre il secondo premio è andato all’intera classe III B, che ha presentato una scultura, intitolata “La scacchiera”. Infine, il terzo premio è stato assegnato a Sara Pallassini, della V A, con una serie di dipinti.

I vincitori sono stati proclamati da una giuria presieduta dal pittore Giuliano Giuggioli.

Ho voluto proseguire la strada tracciata dai miei predecessori – afferma il presidente del Rotary Club di Follonica, Nedo Bertolai -: in un momento di profonda crisi economica il Rotary cerca, per quanto possibile, di dare un reale supporto ai giovani talenti, sia valorizzandone le opere sia dal punto di vista materiale, distribuendo buoni acquisto. Il tema scelto per quest’anno era particolarmente complesso, con il titolo ‘l’Arte e il tempo’ che si apre a innumerevoli interpretazioni anche grazie alla fantasia degli studenti”.

Gli insegnanti del liceo artistico che hanno dato il loro contributo alla realizzazione del progetto sono Daniele Govi, Antonella De Felice, Biagio Cuomo, Walter Palladino, Marta Rabagli, Annarita Frate e Diana Giannoccaro. Hanno partecipato alla mostra-concorso le classi V B (pittura), la IV A (pittura), la III C (pittura), la III A (architettura) e la III B (scultura).

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button