AttualitàCucina

Il mondo della grappa: un distillato tutto italiano

L’acquavite prodotta con le vinacce si può chiamare grappa solo se l’intero processo avviene in Italia

L’acquavite prodotta distillando le vinacce di uve coltivate nel nostro Paese si chiama grappa. Il gusto del liquore appena preparato è intenso e abbastanza spigoloso, con il riposo in barrique o con l’aggiunta di macerati di erbe si ottengono grappe aromatiche più rotonde e gradevoli al palato. La scelta disponibile in commercio è molto ampia, in modo da accontentare tutti gli appassionati di questo liquore tradizionale.

La preparazione della grappa

Come abbiamo detto, si tratta di un distillato made in Italy, ma di fatto l’acquavite è prodotta in molti Paesi al mondo. In pratica si tratta di distillare frutta, piante aromatiche, cereali: la materia prima cambia in ogni nazione. In Italia l’acquavite si produce distillando in pratica gli scarti della preparazione del vino, ossia le vinacce: sono le bucce e la polpa dell’uva. È possibile preparare la grappa con tre diverse tipologie di vinacce: quelle che hanno già subito la fermentazione per la preparazione del vino rosso; le vinacce che hanno subito una leggera fermentazione, come ad esempio quelle che derivano dalla produzione dei vini rosati; vinacce che non hanno subito alcuna fermentazione. Ovviamente a seconda della materia prima variano gli aromi presenti nel distillato prodotto. Nel nostro Paese si coltivano molte varietà di uva, quindi si possono ottenere tante diverse tipologie di grappa.

Dove comprare la grappa

L’acquavite prodotta con le vinacce si può chiamare grappa solo se l’intero processo avviene in Italia; di fatto quindi si tratta di una denominazione di origine protetta. In commercio si trova anche acquavite preparata distillando il mosto, che non può essere chiamata grappa. La variabilità delle materie prime, la possibilità di aggiungere erbe aromatiche e l’eventualità di far riposare la grappa in barrique dà vita a prodotti molto differenti tra di loro, anche per quanto riguarda il prezzo. L’acquisto di questo tipo di prodotto si può quindi fare in vari luoghi, dal supermercato all’enoteca. Chiaramente i prodotti migliori sono disponibili solo presso negozi specializzati in distillati e liquori. Oggi, grappe di qualità come ad esempio i rinomati prodotti della distilleria Marzadro, possono essere reperite anche attraverso la rete, ad esempio è possibile acquistare la grappa Marzadro online, approfittando di negozi di delikatessen che trattano anche questo genere di articolo.

Aromatizzare la grappa

Sono vari i modi in cui è possibile aromatizzare la grappa, ovviamente con materie prime di origine completamente naturale. Tradizionalmente si utilizzano alcune piante particolari, come ad esempio la camomilla o la ruta; la prima offre aromi dolci e puliti, la seconda offre alla grappa un tocco di amaro. C’è anche chi arricchisce la grappa dei gusti della frutta, come avviene ad esempio con la grappa alle pere, altro liquore tradizionale italiano. Gli aromi più intensi vengono però dalla scelta oculata delle vinacce, prelevate dalla vinificazione di prodotti d’eccellenza, come l’amarone, il Gewurztraminer o lo chardonnay. Si trovano in commercio anche grappe preparate con le vinacce dei vini passiti, che offrono aromi particolarmente intensi.

Come si beve la grappa

Esistono degli abbinamenti ideali tra grappa e cibo, così come un momento della giornata che più si addice alla grappa. In molte zone d’Italia è utilizzata come “cicchetto” da bere a metà mattina o come aperitivo. Tradizionalmente però la grappa è un distillato da fine pasto, da gustare con tranquillità dopo il dolce. La perfetta temperatura dipende dal tipo di grappa, che però non deve mai essere servita fredda e neppure raffreddata da un cubetto di ghiaccio. Temperature troppo basse infatti deprimono alcuni degli aromi tipici della grappa. Negli ultimi anni la grappa è utilizzata anche per alcune degustazioni, ad esempio in abbinamento al cioccolato. L’aroma intenso della grappa ben si sposa infatti a questo alimento che viene da lontano.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button