Cinema

Il mito di Marco Pantani rivive al The Space Cinema Grosseto: le iniziative per ricordare il “Pirata”

Locandina PantaniIl The Space Cinema Grosseto rende omaggio a Marco Pantani.

In occasione del decennale della scomparsa del ciclista romagnolo, infatti, la multisala di via Canada ha in serbo una giornata speciale dedicata al “Pirata”, che farà da corollario al docu-film “Pantani” – in programma da lunedì 17 a mercoledì 19 febbraio alle 18.00, alle 20.00 e alle 22.00 – e che ripercorrerà la vita e la carriera di uno degli sportivi più amati e discussi dagli italiani.

Mercoledì prossimo rappresenta la giornata clou in onore del campione italiano: tutti gli appassionati di ciclismo che assisteranno alla proiezione delle 20 dedicata a Pantani si raduneranno infatti al The Space.

A partire dal pomeriggio, l’atrio della multisala grossetana ospiterà un’esposizione delle più famose biciclette da corsa, portate per l’occasione dagli amanti del pedale del capoluogo maremmano.

Inoltre, la vetrina principale del The Space sarà allestita con l’abbigliamento ufficiale dell’indimenticato campione e con la sella originale di una sua bici da corsa.

In questa tre giorni ogni partecipante è invitato ad assistere al documentario sul “Pirata” indossando la propria maglia da ciclista.

Tutti i membri dell’Unione ciclistica italiana potranno assistere allo spettacolo su Pantani usufruendo di un biglietto ridotto al costo di 8 euro.

Per poter avvalersi dello sconto, valido per tutti e tre i giorni della proiezione, è sufficiente mostrare la tessera di iscrizione all’Unione Ciclistica Italiana al momento dell’acquisto del biglietto al box office.

La trama del film

L’opera, firmata da James Erskine, ripercorre la vita di Marco Pantani: la nascita di una grande passione, gli ineguagliabili successi, l’improvvisa e inaspettata caduta. E’ la storia di  un uomo contro la montagna, un atleta contro la dipendenza, contro un sistema e contro se stesso.

Nel 1998, Marco Pantani vince sia il Tour de France che il Giro d’Italia, un’impresa titanica realizzata solo da poche altre grandi leggende del ciclismo: Fausto Coppi, Jacques Anquetil, Eddy Merckx, Bernard Hinault, Stephen Roche, Miguel Indurain. Per milioni di persone il “Pirata” rappresenta in quel momento l’eroe in grado di redimere l’immagine del ciclismo dai nascenti scandali sul doping. Appena sei anni dopo il suo corpo viene trovato esanime in una stanza d’albergo. Questo documentario, ricco di filmati di repertorio inediti, interviste e testimonianze di familiari e amici vicini al campione, racconta l’ascesa e la prematura fine di un grande sportivo.

“Pantani” vuole ricordare un importante personaggio del mondo dello sport a 10 anni dalla sua prematura scomparsa, restituendo allo spettatore un’immagine a tutto tondo sia del mito che dell’uomo, attraverso una narrazione appassionata ed appassionante del mondo del ciclismo, analizzato con materiale di repertorio nazionale ed internazionale.

Link al trailer: http://we.tl/X11h7sWHdB.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button