Pubblicato il: 9 Maggio 2013 alle 19:15

Ambiente

Il Giretto d’Italia testimonia la voglia di bici dei grossetani

A Grosseto la bicicletta va sempre più di moda, almeno in questi ultimi tre anni. È questa l’indicazione che è emersa dalla terza edizione del Giretto d’Italia, il campionato nazionale della ciclabilità urbana organizzato da Legambiente, Fiab e Città in Bici in 23 città italiane. A vincere saranno le tre città che conteranno il maggior numero di ciclisti in due ore.

A Grosseto, la sfida si è svolta in collaborazione con il Consorzio produttori Latte Maremma, che ha messo a disposizione di ogni ciclista partecipante alla gara un lattino al cacao.

Scopo della gara è stato quello di contare quante persone hanno scelto la bicicletta per i propri spostamenti quotidiani (come ad esempio quelli casa-scuola o casa-lavoro), dalle 7.30 alle 9.30, nei 3 check-point predisposti nel capoluogo della Maremma: uno a Porta vecchia, uno a Porta nuova e l’altro al sottopassaggio di via Caravaggio. Lo scorso anno Grosseto si piazzò terza nel proprio girone (città piccole, sotto i 100mila abitanti), ma prima tra le città toscane.

In questa edizione, alla fine delle due ore di conteggio, in tutti e tre i check-point sono stati individuati ben 1466 ciclisti. Un dato molto incoraggiante rispetto a quello dello scorso anno (1267) e ancora di più rispetto a quello del 2011 (1090). Il totale delle auto è invece aumentato raggiungendo quota 3805: più del doppio rispetto alle 1563 dello scorso anno. Il raffronto in questo caso non è però fattibile, per via dello spostamento del check-point di Porta nuova (quest’anno alla rotatoria di piazza della Vasca) che ha chiaramente fatto contare più veicoli. Infine. in aumento anche il dato delle moto: 589 contate contro le 230 del 2012.

Con il Giretto d’Italia – afferma Angelo Gentili, della segreteria nazionale di Legambiente – vogliamo dare un segnale chiaro sui vantaggi che la bici comporta, incentivandola e promuovendola. Dai rilievi che abbiamo fatto si vede come sempre più persone usano la bici per andare a lavoro, a scuola o semplicemente per spostarsi in città. I vantaggi? Si evita il traffico, si risparmia il costo del carburante e ci si guadagna in salute.

Rispetto allo scorso anno e all’anno prima Grosseto ha migliorato il dato sulla presenza di bici. Ed è proprio per questo che chiediamo a gran voce di aumentare in città le piste ciclabili, le zone a traffico limitato e soprattutto le zone a limite 30: che da un lato diminuiscono il traffico di auto e consentono maggiore sicurezza e libertà alla mobilità dolce“.

“L’incremento dell’uso della bicicletta registrato a Grosseto in occasione del Giretto d’Italia è un segnale incoraggiante – ha affermato l’assessore comunale all’Ambiente, Giancarlo Tei che ci spinge a proseguire nella politica di sensibilizzazione e di incentivi ai cittadini per l’acquisto e per l’uso della bici in città. Oltre alle iniziative che stiamo curando da tempo ormai, credo che sia opportuno percorrere anche altre strade per facilitare l’utilizzo della due ruote per gli spostamenti nel contesto urbano; coome, per esempio la realizzazione di spazi ad hoc lungo alcune vie del capoluogo“.

“Nonostante Grosseto sia la città ideale per spostarsi in bici – sottolinea Gianfranco Iacopozzi, di Fiab Grossetociclabile ci sono ancora troppe auto in circolazione, che rendono anche pericoloso lo spostamento dei ciclisti. Anche lungo le ciclabili mancano luci di segnalazione e l’illuminazione, soprattutto negli attraversamenti, andrebbe migliorata“.

Per quanto riguarda la gara nazionale Grosseto ha sfidato altre 22 città in gara, divise in 3 gironi a seconda del numero di abitanti: grandi città (oltre 200mila abitanti), città medie (oltre 100mila), città piccole (meno di 100mila). Le città partecipanti sono: Bologna, Bolzano, Brescia, Carpi, Ferrara, Firenze, Genova, Grosseto, Milano, Modena, Padova, Parma, Pesaro, Pisa, Pordenone, Ravenna, Reggio Emilia, Saronno, Schio, Torino, Trento, Venezia, Vicenza.

Ogni girone avrà una vincitrice in base al numero di bici contate al passaggio nei vari check-point, e le 3 che si aggiudicheranno il primo posto, vinceranno 3 biciclette in alluminio riciclato offerte da Cial (Consorzio Imballaggi Alluminio), bellissime, funzionali ed ecologiche.

La premiazione delle città vincitrici del Giretto d’Italia 2013, e quindi anche il risultato nazionale per Grosseto, si terrà venerdì 31 maggio alle 11.30 a Bologna, nell’ambito della “Borsa del turismo delle 100 città d’arte d’Italia”.

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su