Attualità

Il corso Ita non attivato per mancanza di iscrizioni. La protesta del Tavolo disabilità

Abbiamo ricevuto e pubblichiamo integralmente un comunicato delle associazioni del Tavolo disabilità sul corso “Ita – per un’impresa turisticamente accessibile”, che non sarà attivato per la mancanza del numero necessario di iscrizioni:

“Le associazioni del Tavolo Disabilità rappresentate nel Forum Provinciale del Terzo Settore, appreso che il progetto di formazione ‘Ita- per una impresa turisticamente accessibile’, rivolto ad imprenditori titolari di strutture turistico-ricettive, non potrà avere inizio per mancanza del numero necessario di iscritti, esprimono profonda amarezza e delusione per ciò che è difficile non considerare anche disattenzione e insensibilità nei confronti dei bisogni e delle istanze delle persone disabili.

Il corso di formazione Ita, frutto della collaborazione tra l’agenzia formativa Coap (Camera di Commercio) e le associazioni di tutela delle persone diversamente abili, si proponeva di approfondire la conoscenza dei titolari di strutture turistico ricettive sulle tematiche inerenti il turismo sociale, una particolare tipologia di turismo volta ad agevolare l’accoglienza e la soddisfazione dei bisogni dei soggetti portatori di handicap (disabili motori, sensoriali, anziani non autosufficienti, ecc.) che rappresenta un segmento della domanda turistica di sicuro interesse e buone prospettive di sviluppo, come anche l’esperienza di altri territori dimostra.

L’insuccesso dell’iniziativa quindi, oltre a mortificare l’impegno di chi, come noi, combatte quotidianamente per i più elementari diritti di cittadinanza, costituisce nel contempo un’occasione persa da parte degli operatori economici della nostra provincia che si sono dimostrati incapaci di cogliere le opportunità che una offerta turistica specializzata e qualificata può offrire, soprattutto in tempi di crisi come quelli che stiamo vivendo.

Ringraziamo comunque gli operatori che hanno aderito e le istituzioni, in particolare Provincia e Camera di Commercio, che ci hanno supportato in questa iniziativa. Nonostante il rammarico, vogliamo confermare il nostro impegno nell’opera di sensibilizzazione per una società più giusta ed inclusiva”.

Il documento porta la firma di: Arcobaleno Cooperativa sociale, Cittadinanzattiva, Cooperativa sociale Tamgram onlus, Associazione Grossetana Genitori Bambini Portatori di Handicap, Fondazione “Il sole”, Associazione sportiva Vela Insieme, Uisp Comitato provinciale, Sporting Club Non Udenti Maremma, Sezione provinciale dell’Associazione italiana persone down, Comitato provinciale per l’accesso, Associazione italiana sclerosi multipla, Sezione provinciale Unione italiana ciechi, Fraternità e Condivisione – Centro sociale “Noi insieme”, Miryam – Centro volontari della sofferenza, Ente nazionale sordomuti, Associazione nazionale mutilati ed invalidi del lavoro, Associazione gravi cerebrolesioni acquisite, Associazione nazionale mutilati ed invalidi civili, Società cooperativa sociale Uscita di sicurezza onlus, A.ma.re., Tuttiateatro onlus.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button