Pubblicato il: 5 Marzo 2013 alle 16:03

AmbienteCastiglione della Pescaia

I ragazzi della scuola elementare di Castiglione della Pescaia in vista all’Ecolat

Una mattinata organizzata da Legambiente per capire l’importanza della raccolta differenziata e il percorso compiuto dai rifiuti una volta che sono stati buttati nei cassonetti.

A questa procedura hanno assistito i ragazzi della classe V B della scuola elementare “Le Paduline” di Castiglione della Pescaia, che hanno seguito passo dopo passo i tecnici dell’azienda Ecolat di Grosseto nel percorso che fanno i rifiuti dall’arrivo in struttura al riciclo.

Divisi in due gruppi, i ragazzi hanno assistito all’entrata dei camion per lo scarico dei rifiuti, alla differenziazione degli stessi (plastica, vetro, alluminio, materiale elettronico, ecc.), imparando poi a riconoscerli e a dividerli anche a casa propria. All’interno dell’azienda, gli studenti hanno seguito i rifiuti tramite i nastri trasportatori e hanno osservato come gli operatori successivamente li dividono e li selezionano.

Spiegare l’importanza della raccolta differenziata ai ragazzi mostrandogli direttamente cosa succede al rifiuto dopo essere stato gettato – spiega Angelo Gentili, della segreteria nazionale di Legambiente – è essenziale per lanciare un messaggio concreto agli adulti. Oggi è infatti prioritario educare i cittadini a scelte consapevoli per cambiare i propri stili di vita per abbassare le emissioni climalteranti e dare un segnale concreto di sensibilità vera nei confronti del pianeta.

A questo proposito, Legambiente, vista l’esperienza positiva del porta a porta che si sta diffondendo sempre in più comuni della nostra provincia, propone che la raccolta differenziata spinta venga estesa all’intera città di Grosseto, dando un segnale chiaro e concreto di attenzione per l’ambiente coinvolgendo i cittadini in modo attivo“.

L’iniziativa, inserita nel progetto “Non chiamatemi rifiuto” ideato dagli insegnanti della scuola elementare Le Paduline, è stata seguita anche dagli educatori di Legambiente e dai propri ragazzi del servizio civile.

Al termine della mattinata, gli studenti hanno assistito ad un filmato di riepilogo su quanto visto all’interno dell’azienda e hanno ricevuto in regalo un blocco di carta e una penna riciclata come ricordo della giornata.

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su