Cultura & SpettacoliGrosseto

Torna la rassegna “I concerti di Fondazione Grosseto Cultura”: primo appuntamento con Ettore Candela

Il primo incontro-concerto della nuova serie, "Guida all'ascolto dell'opera Bohème", è in programma sabato 18 gennaio

La rassegna “I concerti di Fondazione Grosseto Cultura” torna con un nuovo ciclo di appuntamenti organizzati dall’Istituto musicale comunale “Palmiero Giannetti” diretto da Antonio Di Cristofano.

Il primo incontro-concerto della nuova serie, “Guida all’ascolto dell’opera Bohème“, è in programma sabato 18 gennaio alle 17 all’auditorium “Carlo Cavalieri” dell’istituto, in via Bulgaria 21 a Grosseto (ingresso gratuito, come tutti gli altri concerti della rassegna).

Sul palco il maestro Ettore Candela. Pianista e organista, Candela ha suonato in diversi ensemble in Italia, Svizzera e Germania, ed è autore di musica per pianoforte, organo, cameristica e corale. Appassionato musicologo, è docente di cultura musicale generale e collaboratore pianistico nelle classi di canto proprio all’istituto “Giannetti”.

L’appuntamento si propone di omaggiare il capolavoro di Giacomo Puccini, ma anche di introdurre il pubblico alla rappresentazione dell’opera, che andrà in scena a Grosseto in estate.

La rassegna “I concerti di Fondazione Grosseto Cultura” prevede un totale di nove concerti: il secondo appuntamento è in cartellone per il primo febbraio, con Michele Makarovic alla tromba e Stefano Pioli al pianoforte in “E all’improvviso… Musica”, con pezzi che spazieranno dalle più belle arie ottocentesche allo standard jazz.

Sabato 15 febbraio sarà poi la volta del pianoforte di Giuliano Adorno in “Reflections” con le note – tra gli altri – di Chopin, Debussy, Gershwin e Say.

Sabato 29 febbraio ancora Ettore Candela al pianoforte, con il soprano Silvia Pantani, nel concerto “Una sera all’opera”, con celebri arie e intermezzi dalle opere di Verdi, Puccini, Mascagni e altri.

Sabato 14 marzo il duo pianistico Ettore Candela e Mirko Galeazzi nel “Requiem” di Mozart nella trascrizione di Carl Czerny; sabato 28 marzo si esibirà il coro giovanile InCantus, diretto da Diego Benocci e Sandra Biagioni, con lo spettacolo “Kaleidocoro: musiche dall’altro mondo”; sabato 2 maggio Massimo Merone al violino, Laura Bianchi al violoncello e Mirko Galeazzi al pianoforte in scena con “Haydn and Beethoven trio music”, mentre sabato 16 maggio tornerà Ettore Candela con la “Guida all’ascolto dell’opera Nabucco”.

Il festival si chiuderà lunedì 18 maggio con Martin Munch al pianoforte in “Da Ravel, Piazzolla, Scriabin e ritorno”.

Per informazioni rivolgersi all’Istituto musicale comunale “Palmiero Giannetti”, in via Bulgaria 21 (telefono 0564.453128), dove è possibile anche sottoscrivere o rinnovare la tessera di socio di Fondazione Grosseto Cultura, valida 365 giorni dal momento della sottoscrizione.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button