Pubblicato il: 22 Luglio 2019 alle 12:15

Cinema

Hexagon Film Festival: arrivate oltre 500 opere da tutto il mondo

Si è chiuso il bando di selezione per la prima edizione dell’Hexagon Film Festival, la rassegna di cortometraggi in arrivo a Grosseto in autunno che si propone di far diventare il capoluogo maremmano un centro d’eccellenza per l’arte dei “corti”.

E la risposta è stata eccezionale: «Siamo davvero molto soddisfatti del successo che ha ottenuto il bando – spiega il direttore artistico dell’Hexagon Film Festival, Lorenzo Santoni –: ha attratto i migliori registi di cortometraggi, italiani e stranieri, da tutto il mondo. Abbiamo ricevuto oltre 500 opere da tutti i continenti, e di ottima qualità: tra gli autori abbiamo i vincitori di prestigiosi premi come la Palma d’Oro, il Nastro d’argento e il David di Donatello. Il Paese dal quale abbiamo ricevuto più opere è stato ovviamente l’Italia, con 267 corti, seguito dalla Spagna con 95 corti; terzo gradino per la Francia con 18. Fuori dall’Europa, il maggior numero di partecipanti arriva dal Brasile, Paese presente con 12 opere». La rassegna è curata dall’associazione culturale L’Altra Città e da Kalonism e ha trovato il supporto del Comune di Grosseto e del Centro commerciale naturale, e la collaborazione di Fondazione Grosseto Cultura, Aurelia Antica Shopping Center e Aurelia Antica Multisala.

L’Hexagon Film Festival – nome ispirato proprio alla forma esagonale della cinta muraria di Grosseto e alla simbologia legata al numero 6 – sarà suddiviso in due weekend: da venerdì 13 a domenica 15 settembre per la sezione Corti in vetrina, con le proiezioni delle opere nelle vetrine dei negozi del centro cittadino, e da mercoledì 9 a venerdì 11 ottobre per le altre sezioni, con proiezioni e serata di premazione al cinema Aurelia Antica Multisala. E così il festival si propone anche come attrattiva turistica fuori dall’alta stagione. La macchina organizzativa è in moto. «Adesso – spiega ancora il direttore artistico Lorenzo Santoni – si apre la fase della selezione, che si preannuncia durissima. Sarà difficile scegliere chi portare all’attenzione del pubblico, e dovremo a malincuore escludere opere bellissime. Il comitato selettivo è pronto a mettersi al lavoro». Le proiezioni saranno divise in quattro sezioni: “Tiferet” (live action a tema libero), “Bereshit” (animazione a tema libero), “Il lato positivo” (live action e animazione sul tema della disabilità) e “Corti in vetrina” (tecnica e tema libero). In premio 500 euro al primo classificato per ognuna delle quattro categorie in gara.

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su