Cronaca

La Guardia Costiera salva tartaruga marina intrappolata in un sacco di plastica – VIDEO

L’esemplare di giovane età, di circa 40 centimetri di lunghezza, è stato recuperato dai militari

Ieri, mercoledì 29 giugno, personale militare dipendente della Guardia Costiera di Isola del Giglio ha tratto in salvo un esemplare di tartaruga marina della specie Caretta-Caretta.

Pervenuta la segnalazione all’Ufficio locale marittimo, è stato prontamente disposto l’invio, nella zona interessata nei pressi di Punta Capel Rosso, del battello GC B125, il quale ha individuato e rinvenuto la tartaruga, intrappolata in un sacco di plastica sfilacciato.

L’esemplare di giovane età, di circa 40 centimetri di lunghezza, è stato recuperato dai militari e liberato dal materiale plastico che lo avvolgeva e che gli impediva di nuotare liberamente. Il personale del G.C. B125, dopo essersi accertato che l’animale fosse in buone condizioni di salute e non riscontrando ferite o lesioni, ha provveduto a rimetterlo in mare.

L’attività di recupero effettuata si inserisce nella più ampia funzione svolta dal Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera di salvaguardia dell’ambiente marino e costiero e dei relativi ecosistemi: a tale riguardo particolare attenzione meritano gli esemplari appartenenti a specie protette, come le tartarughe marine che, soprattutto a causa di interazioni con attività antropiche, rischiano di subire una drastica diminuzione nei nostri mari.

Proprio per questo, la Guardia Costiera invita a segnalare sempre, anche attraverso il numero blu 1530, il rinvenimento di esemplari di specie marine protette in difficoltà, al fine di permetterne il recupero e la reintroduzione nel loro habitat naturale.

Continua a leggere

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button