Home Follonica “Trasformiamo il futuro”: studenti maremmani incontrano Papa Francesco

“Trasformiamo il futuro”: studenti maremmani incontrano Papa Francesco

L'iniziativa si è tenuta venerdì 19 aprile

di Redazione
0 commento 106 views

Follonica (Grosseto). Venerdì 19 aprile, nell’aula Paolo VI della Città del Vaticano, si è tenuto un incontro di straordinaria importanza per l’Istituto comprensivo Leopoldo II di Lorena di Follonica.

All’interno del progetto “Trasformiamo il futuro, per la pace con la cura”, i bambini delle classi IV A, B e C della scuola primaria “Don Milani” e i ragazzi delle classi I A e II A della scuola secondaria di primo grado “Arrigo Bugiani”, guidati dalle loro insegnanti e dalla dirigente scolastica Paola Brunello, hanno avuto l’opportunità di incontrare Papa Francesco e condividere con lui un emozionante momento di riflessione sulla pace e la cura del mondo. 

Nella suggestiva atmosfera dell’aula Nervi, insieme a seimila studenti provenienti da tutta Italia, i piccoli “artigiani di pace” hanno vissuto un’esperienza di profonda ispirazione e coinvolgimento, partecipando attivamente all’evento organizzato dalla Rete di scuole per la pace, di cui l’istituto “Leopoldo II di Lorena” fa parte, a seguito della sottoscrizione del Patto di Assisi.

Durante l’incontro, grande è stata la commozione per l’esibizione sul palco di alcuni studenti dell’istituto follonichese, onore riservato a solo quattro scuole selezionate tra le presenti.

Visibilmente emozionati, Linda Costanzo, Leonardo Mocellin e Giulia Sofia Pastor, delle classi quarte della scuola “Don Milani”,  hanno letto con fierezza e determinazione un appassionato discorso, frutto delle riflessioni collettive di tutti gli alunni sul tema della cura. Accanto ai più piccoli, quindici studenti della scuola secondaria “Arrigo Bugiani” hanno impreziosito la scena, componendo con grandi cartelloni colorati la scritta “Prendiamoci cura”.

La presenza della cantautrice Erica Boschiero, che ha accompagnato l’incontro con una nuova canzone di pace ispirata alla filastrocca di Gianni Rodari “Dopo la pioggia”, ha reso l’atmosfera ancora più speciale.

Un altro momento profondamente significativo è stato quello dei doni per Papa Francesco. Numerosi partecipanti hanno consegnato lettere, disegni e messaggi legati a un fiore di carta, esprimendo il proprio impegno personale nella costruzione della pace e della cura per il mondo. 

Gli studenti che hanno lavorato con i Quaderni degli esercizi di cura o di pace hanno così avuto l’opportunità di condividere con Papa Francesco i risultati del loro impegno, dimostrando concretamente il proprio contributo per la costruzione di un futuro di pace.

L’utilizzo degli hashtag #graziepapafrancesco e #scuoledipace sui social media ha permesso di condividere in tempo reale l’esperienza con una vasta comunità, amplificando l’impatto e l’importanza di questo evento. 

In conclusione, l’incontro con il Santo Padre è stato un momento di grande ispirazione e di impegno verso un mondo migliore, ricco di emozioni e significati, che ha lasciato un’impronta profonda nei cuori e nelle menti di tutti i partecipanti. 

I docenti dell’Istituto follonichese credono fermamente che “gli insegnamenti e gli ideali condivisi durante questa giornata e in tutto il percorso scolastico che stanno facendo possano continuare a guidare e ispirare le azioni di tutti noi nel futuro”.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

* Utilizzando questo form si acconsente al trattamento dati personali secondo norma vigente. Puoi consultare la nostra Privacy Policy a questo indirizzo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbero interessare

Le tue preferenze relative alla privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy