Home Follonica “Quel fresco profumo di libertà”: due scuole maremmane premiate al concorso nazionale

“Quel fresco profumo di libertà”: due scuole maremmane premiate al concorso nazionale

di Redazione
0 commento 6 views

La scuola dell’infanzia “I Melograni” (nella foto in alto) si aggiudica la vittoria della quinta edizione del concorso “Quel fresco profumo di libertà“, indetto dal centro studi “Paolo e Rita Borsellino”, in collaborazione con il Ministero dell’istruzione, dell’Università e della Ricerca.

La scuola vince la sezione dedicata ai più piccoli con l’emozionante videoclip dal titolo ” Alcuni diritti e doveri dei bambini“, realizzato dagli alunni di tre, quattro e cinque anni dell’Istituto comprensivo.

La proclamazione è avvenuta in diretta streaming all’interno della manifestazione “Via D’Amelio per i cittadini di domani” domenica 19 luglio, presso l’albero della pace di via D’Amelio, luogo della strage in cui ventotto anni fa persero la vita il giudice Paolo Borsellino e gli agenti della scorta Emanuela Loi, Agostino Catalano, Claudio Traina, Vincenzo Li Muli e Eddie Walter Cosina. In memoria delle vittime e con l’intento di “coltivare nelle nuove generazioni i valori della legalità, della memoria operante, del dialogo tra culture diverse“, anche quest’anno il centro studi “Paolo e Rita Borsellino” ha promosso nelle scuole di ogni ordine e grado iniziative di accoglienza e sensibilizzazione, estese a tutto il territorio nazionale.

Il video – ha spiegato la dottoressa Maria Tomarchio durante la proclamazione – sviluppa il tema dei diritti doveri dei bambini entro la cornice dei valori dell’accoglienza, della solidarietà e dell’aiuto reciproco, dell’armonia nell’ambiente naturale e di vita. Offre un corredo di testo e di immagini che restituiscono il senso di una vita scolastica quale quotidiano esercizio di cittadinanza attiva, attraversata da gesti comuni e tuttavia universalmente riconducibile ai principi più autentici della vita democratica di una collettività. Vivere e convivere, pertanto, in rapporto di significativa reciprocità nell’esercizio dei diritti e doveri relativi ad ambiente, gioco, istruzione, ascolto, ma anche alla personale libera espressione e all’identità, poiché anche queste originano da una relazione di alterità. Sullo sfondo si coglie il profilo degli insegnanti attenti alle prerogative del mondo dell’infanzia, al rispetto degli spazi e dei tempi di bambine e bambini“.

La scuola primaria “Don Lorenzo Milani” (nella foto in basso) dell’Istituto comprensivo “Leopoldo II di Lorena” conquista invece la menzione speciale della Commissione con la proposta di un video musicale dal titolo “Il mio cuore muri non ha: viva la libertà!“, Al videoclip che vede protagonisti le alunne e gli alunni delle classi terze, quarte e quinte, la commissione ha inteso attribuire una menzione speciale “per la particolare vicinanza a temi ed ambiti di impegno che fin dalla sua fondazione ispirano le attività del centro studi ‘Borsellino’. In un mondo nel quale ancora si erigono muri per separare, escludere, isolare e discriminare, muri di prepotenza, di silenzi e di omertà, di indifferenza e pregiudizi, i bambini di Follonica ci ricordano quale ricchezza per il mondo è la diversità, quanto sia importante la memoria di coloro che ‘un muro dopo l’altro hanno buttato giù’. Si sottolinea il valore aggiunto e l’importanza della partecipazione attiva dei genitori, il carattere particolarmente coinvolgente ed originale dei testi, la vivacità e la forza simbolica delle immagini che unite all’interpretazione e alla musicalità contraddistinguono questa proposta.”

Già vincitrice dell’edizione 2019 del concorso nazionale “Follow the money”, indetto dalla Fondazione Falcone, la scuola primaria “Don Milani” conferma, dunque, anche quest’anno, il suo impegno e la sua determinazione nel proseguire con passione nel cammino della legalità.

Un viaggio che a settembre ricomincerà con nuove proposte e nuove prospettive, attraverso un ampio percorso formativo che l’Istituto comprensivo “Leopoldo II di Lorena” di Follonica proporrà ai suoi alunni di tutte le età, continuando a seminare nelle coscienze degli alunni i piccoli semi che un giorno diventeranno frutti rigogliosi e le nuove generazioni possano respirare “quel fresco profumo di libertà“.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

* Utilizzando questo form si acconsente al trattamento dati personali secondo norma vigente. Puoi consultare la nostra Privacy Policy a questo indirizzo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbero interessare

Le tue preferenze relative alla privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy