Home Grosseto Aids, 13 nuovi casi in Maremma in due anni: test gratuiti della Asl contro Hiv e Hcv

Aids, 13 nuovi casi in Maremma in due anni: test gratuiti della Asl contro Hiv e Hcv

L'iniziativa è in programma venerdì primo dicembre, al circolo Arci di Grosseto, alle 17

di Redazione
0 commento 133 views

Grosseto. In occasione della Giornata mondiale contro l’Aids del primo dicembre, l’Uoc Malattie infettive del Misericordia di Grosseto partecipa fattivamente all’iniziativa organizzata dal circolo Arci di Grossetto, mettendo a disposizione i professionisti infettivologi per test gratuiti e ad accesso libero per Hiv e Hcv.

Si parte dalle 17 sino a sera, al circolo Arci Khorakhanè di Grosseto, in via Ugo Bassi n.62, dove ci sarà la possibilità di effettuare un test rapido, gratuito, anonimo e aperto a tutta la popolazione senza limiti d’età per la rilevazione di Hiv e Hcv.

Dalle 18, poi, si terrà un dibattito con i medici del reparto di malattie infettive dell’ospedale Misericordia di Grosseto. Dalle 19.30, infine, vi sarà la proiezione del film “Let’s Kiss” del regista Franco Grillini.

“Mi preme ricordare ai ragazzi che non hanno vissuto la pandemia degli anni ’80/’90 – afferma Cesira Nencioni, direttrice del reparto malattie infettive del Misericordia di Grosseto – che l’Aids esiste ancora anche se non se ne parla. La scienza e la ricerca hanno fatto passi da gigante, ma non abbiamo ancora vinto. Occorre maggiore sensibilizzazione tra i giovani della malattia, dell’attuale e più frequente modalità di trasmissione sessuale ed educazione sessuale consapevole. Molto ci sarebbe da dire, ma il mio pensiero è rivolto ai ragazzi ai quali dobbiamo offrire informazione e salute”.

E’ dal 1988 che si celebra la Giornata mondiale per la lotta all’Aids, istituita dall’Organizzazione mondiale della sanità con lo scopo di informare ed educare la popolazione sui mezzi di prevenzione e trattamento del virus dell’immunodeficienza umana (Hiv)/Aids.

“Le terapie che consentono di curare e garantire una buona qualità della vita oggi sono molto efficaci – continua Nencioni -. Questo non toglie però che ci sia ancora bisogno di prevenzione e educazione verso Hiv e Aids. I dati pubblicati dal Centro operativo Aids mettono in evidenza che in Italia tra il 2020 e 2021 le nuove diagnosi di infezione da Hiv e i casi di Aids hanno risentito dell’epidemia da Covid-19, che potrebbe aver comportato una sottostima dei casi.  Nel 2022 sono state 1.888 le nuove diagnosi di infezione da Hiv, in Italia in leggero incremento rispetto ai due anni precedenti. L’incidenza più elevata di nuove diagnosi Hiv si riscontra nella fascia di età 30-39 anni”.

“In Toscana – conclude Nencionile nuove infezioni nel biennio 2021-2022 sono state 315, con un’età media di 44 anni, in aumento. Nella nostra area vasta, sempre nello stesso periodo si sono contati 46 nuovi casi (24 Arezzo, 13 Grosseto e 9 Siena).  Nei centri della Asl Toscana sud est oggi sono somministrate tutte le terapie indicate dalle più recenti linee guida, che vanno dalle combinazioni a 2 e 3 medicinali ad uso orale fino alle terapie intramuscolari che hanno una somministrazione bimestrale”.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

* Utilizzando questo form si acconsente al trattamento dati personali secondo norma vigente. Puoi consultare la nostra Privacy Policy a questo indirizzo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbero interessare

Le tue preferenze relative alla privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy