Home Grosseto Soccorsi più precisi e tempestivi: ecco la nuova app per la rete dell’emergenza-urgenza

Soccorsi più precisi e tempestivi: ecco la nuova app per la rete dell’emergenza-urgenza

di Redazione
0 commento 67 views

Indice dei contenuti

Grosseto. Si completa oggi il passaggio alla nuova app in dotazione ai mezzi di soccorso dell’Azienda Asl Toscana Sud Est. Permetterà di fare un significativo passo avanti verso l’integrazione tra chi opera sul territorio, la centrale operativa del 118, l’elisoccorso e i Pronto Soccorso.

La centrale del 118 di Siena-Grosseto, diretta dal dottor Giuseppe Panzardi, e il mondo del volontariato delle due province hanno immediatamente raccolto la sfida e si sono resi disponibili a fare da “apripista” avviando, il 24 luglio, la prima fase concreta di utilizzo della app in ambiente operativo nel territorio della Sud Est.

La app

La app serve a mandare la missione agli equipaggi di emergenza che sono in turno in pronta partenza. Quando arriva il dispatch, ovvero la scheda con i dati dell’intervento, vengono contestualmente trasferite tutte le informazioni che servono per inquadrare il problema e si attiva automaticamente una funzione di navigazione verso l’obiettivo registrando ogni tempistica. Una volta arrivati sulla scena, la app permette l’acquisizione automatica dei dati del paziente, l’acquisizione dei dati sanitari, la registrazione di tutto quello che viene fatto e la condivisione in tempo reale sia con la centrale operativa, per qualsiasi supporto necessario, sia con i Pronto Soccorso. È possibile così monitorare a distanza tutte le informazioni prodotte delle apparecchiature elettromedicali, tra cui elettrocardiogramma, parametri vitali, emogas del sangue, ecografie fatta dai sanitari sul posto. Il medico di centrale, così, può fornire la consulenza più efficace possibile agli equipaggi intervenuti direttamente.

Dal 24 luglio, è attiva una cabina di regia composta da un pool di medici e infermieri della Uoco del 118 Siena-Grosseto e dagli informatici Estar e delle software house, coinvolte nel progetto.

I dati

I numeri descrivono con efficacia l’entità del risultato che è stato raggiunto. Sono stati distribuiti 126 nuovi tablet, formati oltre 250 sanitari e circa 3500 volontari, sia con strumenti on line che con esercitazioni in presenza.

“Ciò che abbiamo fatto è un primo grande passo verso l’innovazione tecnologica in Emergenza- urgenza che l’Azienda Usl Toscana Sud Est ha dimostrato di essere in grado di compiere grazie alla sinergia di tutte le componenti, sanitarie e laiche, che costituiscono con orgoglio un reparto così complesso e importante per la sanità territoriale, – dichiara il responsabile del 118 dell’area territoriale senese e coordinatore del progetto per le province di Siena e Grosseto, il dottor Stefano DamiOvviamente non ci fermeremo qui. Altre sfide ci attendono e saremo sicuramente in grado di affrontarle se continueremo a fondare la nostra azione sulla piena condivisione di intenti”.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

* Utilizzando questo form si acconsente al trattamento dati personali secondo norma vigente. Puoi consultare la nostra Privacy Policy a questo indirizzo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbero interessare

Le tue preferenze relative alla privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy