Home Castiglione della Pescaia L’Alternativa incontra gli abitanti della frazione: “Residenti abbandonati dal Comune”

L’Alternativa incontra gli abitanti della frazione: “Residenti abbandonati dal Comune”

di Redazione
0 commento 44 views

L’Alternativa ha iniziato il percorso di incontri con la comunità dal borgo più antico del comune di Castiglione della Pescaia, Vetulonia, che per secoli ha raccontato la sua storia.

“Adesso una parte di comunità si confronta e si attiva per scrivere una nuova storia: una storia fatta di persone che amano il proprio borgo, il proprio territorio, che lo sentono suo e che vogliono tutelarlo, salvaguardarlo, difenderlo – dichiarano i consiglieri comunali de L’Alternativa, Aldo Iavarone e Ianetta Giannotti, in un comunicato -. Proprio come migliaia di secoli fa il popolo etrusco difendeva questo piccolo angolo di paradiso. Cosa raccoglierà L’Alternativa in queste pagine di storia? Vetulonia totalmente trascurata nel decoro urbano: piazze e strade, con asfalto completamente sfatto, giardini del tutto inesistenti, patrimonio immobiliare del comune lasciato andare, campi sportivi, gioielli del paese negli anni ’80, ristrutturati negli anni 2000 e adesso lasciati lì, in disuso, e che dire del cammino storico? Parliamo di mappe archeologiche senza un progetto ben definito, le strade dove i nostri antenati camminavano sono piene di rovi e quindi il nostro patrimonio storico completamente cancellato”.

“Poi però che succede? L’amministrazione deve fare cassa con le tasse dei cittadini, non rottama le cartelle nonostante la legge proposta dal Governo Meloni, per di più invia tutti i giorni vigili urbani per fare multe senza senso quando sappiamo benissimo che gli spazi auto sono quelli e nessun anziano del paese andrà a parcheggiare a 200 metri dalla propria abitazione – prosegue la nota -. Ma la cassa che il Comune fa serve per investire nelle frazioni o serve per compensare i costi degli eventi? Non sarebbe meglio far pagare ai turisti le entrate agli eventi periodici dei musei invece di farli totalmente gratis, oppure far pagare dei parcheggi nelle frazioni ai turisti, oppure anche far pagare un biglietto simbolico ai turisti che visitano le aree archeologiche. Queste entrate consentirebbero di fare cassa e magari si potrebbero lasciare in pace i poveri paesani?”.

“Il cimitero ha bisogno di interventi urgenti se vogliamo evitare crolli nella parte vecchia; la parte nuova invece necessita urgentemente di nuovi loculi se vogliamo offrire una degna sepoltura agli abitanti di Vetulonia, come i nostri antenati Etruschi facevano per il proprio popolo. Strade piene di buche lungo il percorso che da Vetulonia porta a Buriano, muri crollati lungo le strade di arrivo al paese e pietre enormi lasciate lì a bordo strada, che costituiscono un pericolo per la viabilità. Paesaggio deturpato dall’alluvione senza che nessuno proponga agli abitanti una soluzione, anche chiedendo aiuti al Governo – sottolinea il comunicato -. Niente di tutto ciò! Solo cittadini multati, lasciati al buio, con segnale internet scarso, per non dire inesistente, che viaggiano nelle vie di un paese completamente trascurato. Purtroppo questa è la storia che noi de L’Alternativa abbiamo raccolto ascoltando gli abitanti di Vetulonia e delle campagne circostanti: una storia che facevamo volentieri a meno di scrivere! Una storia reale, dove i cittadini raccontano e chiedono aiuto“.

“Noi de L’Alternativa ci impegneremo a cambiare questo attuale racconto, faremo da portavoce per trovare soluzioni alla nostra comunità. Vetulonia deve tornare a dominare la collina come migliaia di secoli fa, i denari a disposizione dell’amministrazione devono essere ripartiti in maniera equa su tutto il territorio comunale e quindi anche per i nostri piccoli borghi, gioielli e patrimoni culturali e storici – termina la nota. Continueremo ad ascoltare tutte le voci del territorio! Prossima tappa: Buriano“.

Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbero interessare

Le tue preferenze relative alla privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare. Puoi consultare la nostra Cookie Policy a questo indirizzo.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy