Home Grosseto Sanità, Ciaramella: “Il centrosinistra ha messo in ginocchio la Maremma, bisogna valorizzare i nostri ospedali”

Sanità, Ciaramella: “Il centrosinistra ha messo in ginocchio la Maremma, bisogna valorizzare i nostri ospedali”

di Redazione
0 commento 7 views

Hanno deciso di centralizzare tutti, o quasi, i servizi. Hanno spostato l’asse a Firenze, lasciando i territori provinciali nei guai. Abbiamo un ospedale a Grosseto che nonostante tutto è un’eccellenza, ma poi, di contro, ci sono liste d’attesa lunghissime, servizi non assicurati, tagli che hanno colpito pure le buste paga dei dipendenti e ora, notizia di questi giorni, anche le attività dell’associazionismo, asse portante per la nostra comunità, sono messe a dura prova“.

A dichiararlo è Olga Ciaramella, candidata capolista al Senato per Noi con l’Italia-Udc nel collegio plurinominale Toscana 2.

“L’Avis di Scarlino e Gavorrano ha comunicato che l’azienda sanitaria non darà più i finanziamenti per il carburante utile a coprire le spese per gli spostamenti dei volontari con i donatori – spiega la candidata -. Gli ospedali del Grossetano, Massa Marittima, Pitigliano, Castel Del Piano e Orbetello, oltre a quello del capoluogo, sono abbandonati al loro destino e depauperati dei servizi specialistici. Così i maremmani sono costretti a rivolgersi al Misericordia, struttura costretta a gestire un numero troppo alto di richieste“.

“Una soluzione per ridare dignità ai presidi periferici potrebbe essere quella di recuperare e potenziare la linea specialistica di ognuno, in base alla loro storia. E poi dare maggiori servizi alle località costiere nel periodo estivo per garantire una risposta adeguata a chi viene da noi in vacanza. La situazione oggi è insostenibile. Tutto questo a causa alle scelte scellerate del centrosinistra e del governatore Enrico Rossi. Proprio come accaduto per gli enti provinciali, con la legge Delrio, non si pensa al benessere delle comunità, ma a far cassa, tutto sulle spalle dei cittadini – termina Olga Ciaramella -. A Roma porterò le ragioni della nostra provincia: nel programma di Noi con l’Italia-Udc ci sono proprio il potenziamento della medicina territoriale, la riduzione delle liste di attesa e il miglioramento dell’accesso alle cure. Punteremo anche sulla ricerca contro le malattie rare e il contrasto alla ludopatia“.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

* Utilizzando questo form si acconsente al trattamento dati personali secondo norma vigente. Puoi consultare la nostra Privacy Policy a questo indirizzo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbero interessare

Le tue preferenze relative alla privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy