Home Grosseto Verso il ballottaggio, Mascagni: “Sarò il sindaco della notte per tutelare divertimento e cultura”

Verso il ballottaggio, Mascagni: “Sarò il sindaco della notte per tutelare divertimento e cultura”

di Redazione
0 commento 0 views

Un gruppo di Giovani Democratici durante la lunga campagna elettorale mi ha consegnato una proposta e richiesto un impegno: essere sindaco del giorno, ma anche della notte. L’idea è diventata un impegno programmatico“.

A dichiararlo è Lorenzo Mascagni, candidato a sindaco di Grosseto per la coalizione di centrosinistra.

“Il sindaco della notte rappresenta una risposta operativa ai problemi legati alla gestione della vita notturna nella città. Non solo una risposta, ma anche una proposta in grado di affrontare con serietà una dimensione della vita delle persone: dai giovani, agli imprenditori dei locali, ai residenti, ecc – spiega il candidato -. Nella proposta si parla di sindaco e non di una delega o di un consigliere perché la gestione di uno spazio temporale di vita così complesso impone l’attenzione programmatica del massimo rappresentante della città. Sindaco del giorno e della notte, dunque, è un metodo di rapporto e di attenzione con tutta la città, in ogni momento della sua attività di vita“.

“L’idea è quella di allargare l’analisi della città e di dedicare una cura equilibrata a tutte le 24 ore. Un sindaco H24, dunque, che legge i bisogni, i punti critici, i pregi, notte e giorno, e adotta strumenti amministrativi adeguati a ogni momento – continua Mascagni -. Per prima cosa, conoscerò e renderò operativa una regia:

  • parlerò con tutti coloro che lavorano nella notte: imprenditori e gestori di bar, ristoranti e ritrovi, dipendenti di tutti i locali di intrattenimento;
  • parlerò con i residenti innanzitutto del centro storico di Grosseto per individuare insieme problemi e soluzioni;
  • parlerò con gli utenti della notte, chi frequenta i luoghi di ritrovo;
  • incontrerò gli operatori commerciali e culturali dei musei, delle gallerie d’arte, della biblioteca;
  • incontrerò, sul tema specifico, Forze dell’ordine e Polizia municipale;
  • analizzerò i regolamenti, le norme attualmente in vigore con l’obiettivo di semplificare e rendere vivo tutto il centro“.

“Poi costruirò una regia insieme a tutte le persone che vorranno essere coinvolte, proponendo la costruzione partecipata di un progetto per la notte, una cultura della notte, dentro e fuori dal centro, migliorando o creando anche servizi specifici – conclude Mascagni -. L’istituzione di una priorità del genere rappresenta una risposta politica concreta, che punta alla valorizzazione della città come punto d’incontro tra soggetti produttivi, operatori culturali e cittadini, considerando e rappresentando il divertimento come un momento legittimo, regolato e necessario del processo di sviluppo culturale del Comune“.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

* Utilizzando questo form si acconsente al trattamento dati personali secondo norma vigente. Puoi consultare la nostra Privacy Policy a questo indirizzo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbero interessare

Le tue preferenze relative alla privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy