Home Amiata Santa Fiora, Ciaffarafà: “Il sindaco è arrogante per coprire le tante magagne del Comune”

Santa Fiora, Ciaffarafà: “Il sindaco è arrogante per coprire le tante magagne del Comune”

di Redazione
0 commento 0 views

Sono circa 3 mesi che abbiamo presentato un’interrogazione a risposta scritta al signor sindaco di Santa Fiora, ma ancora non c’è giunta nessuna risposta, sebbene la legge in materia imponga il termine massimo di trenta giorni”.

A dichiararlo è Riccardo Ciaffarafà, capogruppo dell’opposizione nel Consiglio comunale di Santa Fiora.

“Un’interrogazione importante, perché riguardava la scuola elementare: sono rispettate le norme per l’abbattimento delle barriere architettoniche? Ci sono le certificazioni antinfortunistiche? Sono adeguati e dignitosi i locali della mensa? Non ci sembra difficile rispondere a domande sulla sicurezza dei bambini. Evidentemente, l’arroganza di quest’amministrazione comunale fa sentire il signor sindaco sopra la legge dello Stato, rimarcando ancora una volta il disprezzo assoluto per le istituzioni e per chi, come noi, rappresenta i cittadini nelle loro domande e istanze – spiega Ciaffarafà -. Una protervia che rileva la distanza di questi amministratori dai cittadini, anche su temi importanti come quello della sicurezza. Pensano di fare un altro edificio da 1.300.000 euro per una nuova scuola media che non serve a niente, poiché nel 2013 sono nati circa 12 bambini e dunque, forse, di questo passo, non ci sarà nemmeno più una classe alle scuole medie. Questo non guardando alla possibile ristrutturazione e messa in sicurezza di edifici già esistenti, come le scuole elementari, le medie e il professionale, che hanno molte stanze sotto utilizzate”.

Noi siamo per recuperare l’esistente e per renderlo sicuro e moderno, non certo per sperperare i soldi dei cittadini per creare, a nostro avviso, un ‘maxi lavoro’ della legislatura per accontentare qualcuno e creare finto, lavoro com’è già successo con lo sperpero di 2.000.000 di euro per una palestra progettata più di 10 anni, per la quale erano previsti 450 mila euro – conclude Ciaffarafà -. La scelta di non rispondere alle nostre interrogazioni è solo un aspetto della disastrosa gestione che quest’amministrazione attua nel nostro Comune”.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

* Utilizzando questo form si acconsente al trattamento dati personali secondo norma vigente. Puoi consultare la nostra Privacy Policy a questo indirizzo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbero interessare

Le tue preferenze relative alla privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy